Piloti

Stefano Crespi sesto di classe alla Coppa Nissena

Buona la progressione dei risultati, ma il pilota non è soddisfatto
Ufficio Stampa 28 Aprile 2015

Non è stato un fine settimana semplice, a partire dall’incidente mortale di Otakar Kramski avvenuto nella contemporanea prova di Campionato Europeo Montagna a Rechberg, in Austria, del quale sono subito giunte notizie anche in Sicilia.

A prescindere da questo Stefano Crespi, pilota della scuderia Sport Made in Italy e portacolori SC Racing, era consapevole della difficoltà e della velocità del percorso dalla Coppa Nissena che lo attendevano il 25 e 26 aprile scorsi.

Nonostante tutto Crespi è riuscito manche dopo manche a bordo della Osella PA 21 Evo del Team Faggioli a migliorare le sue prestazioni in un crescendo di risultati che lo ha portato a concludere la gara in sesta posizione di classe.

Un risultato in parte amaro, ma con uno sguardo ottimista verso la prossima tappa di Campionato Italiano alla quale il pilota milanese prenderà parte, ovvero la Verzegnis Sella Chianzutan (16 e 17 maggio prossimi).

Crespi dichiara: “Sapevo che le gare di Erice e Caltanissetta sarebbero state per me dure, e così è stato. Le condizioni particolari dell’asfalto dell’una e l’estrema velocità dell’altra, la fortissima ed espertissima concorrenza hanno contribuito a renderne i risultati per me amari. Per lo “zucchero” aspetto Verzegnis, percorso che conosco ed apprezzo e dove ho avuto riscontri positivi sia con l’N 1600, sia con il CN1 lo scorso anno”.

61ª Coppa Nissena