Cronoscalate Scuderie 65ª Trento Bondone  

Simone Faggioli e la Sport Made in Italy puntano al doppio successo nella Trento Bondone

Nella cronoscalata trentina, valida sia per il CEM che per il CIVM, la scuderia romana schiera anche Andrea Bormolini, Marco Capucci, Stefano Crespi e Fulvio Giuliani.
Ufficio Stampa 3 Luglio 2015

La Sport Made in Italy torna in azione per la 65° edizione della Trento – Bondone, la prestigiosa cronoscalata valida quale settimo round stagionale del Campionato Europeo Montagna e del Campionato Italiano Velocità Montagna.
Una ghiotta occasione per il fuoriclasse della scuderia romana Simone Faggioli, il quale punta a cogliere un doppio successo che gli consentirebbe di consolidare la propria leadership in classifica nel trofeo continentale ed avvicinarsi alla vetta di quello tricolore, dove è stato costretto a saltare le prime tre prove stagionali a causa delle concomitanze con gli impegni europei. Reduce da un inizio di stagione letteralmente da incorniciare, che lo ha visto trionfare in tutti gli appuntamenti a cui ha sinora preso parte, il pluricampione toscano tenterà di allungare la striscia positiva che lo vede incontrastato dominatore della prova trentina da ormai cinque stagioni a questa parte. Al volante della sua competitiva Norma M20 FC spinta dal propulsore Zytek e gommata Pirelli, Faggioli sarà come di consueto spinto dal calore dei numerosi tifosi attesi lungo i mitici 17,300 km del tracciato più lungo d’Europa.
La Sport Made in Italy potrà comunque fare affidamento su una schiera di piloti veloci ed estremamente agguerriti: a partire da Andrea Bormolini, il talentuoso pilota valtellinese che punterà a confermare il suo eccellente stato di forma mirando al bersaglio grosso nella competitiva classe CN 2000 al volante della sua Osella PA 21 Evo. Bormolini troverà un avversario assai competitivo proprio nel compagno di squadra Marco Capucci (Osella PA 21/s), con il quale secondo i pronostici della vigilia si batterà per il successo di classe, esattamente come avvenuto in occasione del precedente appuntamento alla Ecce Homo, mentre candidato a un ruolo da protagonista vi è senza dubbio anche il veloce pilota milanese Stefano Crespi, anch’egli al volante dell’Osella PA 21 Evo. Non mancherà nemmeno Fulvio Giuliani, il quale tenterà di sfruttare appieno i cavalli della sua potente Lancia Delta EVO nel tentativo di cogliere un risultato di prestigio.
Il programma della manifestazione prevede, dopo le verifiche tecniche di rito da svolgersi nella giornata di Venerdì 3 Luglio presso Piazza Dante (Trento), lo svolgimento delle sessioni di prove nella giornata di Sabato, mentre l’indomani avranno luogo le due manche di gara, con apertura delle ostilità prevista alle ore 10,00. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.scuderiatrentina.it