31° Trofeo Scarfiotti Sarnano-Sassotetto

Sarnano-Sassotetto, secondo appuntamento tricolore 2022 delle cronoscalate

La celebre gara in salita intitolata al grande campione Lodovico Scarfiotti si disputerà nel fine settimana del 1° maggio. Il ricordo del Direttore dell’AC Macerata del 1969.
Giuseppe Saluzzi 23 Aprile 2022

Sarnano – L’entroterra della provincia maceratese diventerà protagonista dal 29 aprile al 1° maggio, quando piloti, addetti ai lavori ed appassionati da tutta Italia (dal Trentino alla Sicilia) si ritroveranno nella cittadina di Sarnano, cuore pulsante della cronoscalata e lungo gli spettacolari 10 km che salgono sulla Strada Provinciale 120 fino a Sassotetto. Nella giornata di ieri, venerdi, è stato effettuato il collaudo del percorso, approvato dalla Commissione incaricata. Diversi sono i punti, come ad esempio il tratto iniziale utilizzato lo scorso anno dopo tanto tempo, rivisti, migliorati ed anche riasfaltati.

Il presidente dell’Automobile Club Macerata Enrico Ruffini si è così espresso alla vigilia: “Siamo arrivati ad una settimana dall’evento, impegnatissimi a prepararlo al meglio. Tra le cose piacevoli ho ricevuto un messaggio da Bruno Moretti, Direttore dell’Automobile Club nel ’69, che mi ha riportato ai bei ricordi quando, da giovanissimo andavo a vedere gli allenamenti di Scarfiotti sulla nostra strada, tra l’entusiasmo anche dei locali. Tornando alla gara, questo weekend di fine aprile ci vede a cavallo tra due diversi protocolli Covid che ci stanno complicando la gestione per l’interpretazione che dobbiamo dare. Praticamente la manifestazione sarà aperta al pubblico ma con procedure diverse che cambiano in meglio per il 1° maggio giorno di gara. Lungo il nostro percorso di 10 km non sarà complicato evitare gli assembramenti. Ci saranno novità per l’ordine delle partenze, che vedranno in gara salire prima le vetture più performanti ed anche la modifica al sabato quando alterneremo l’ordine delle salite di prova che si effettueranno con la successione moderne-storiche-moderne-storiche. Torneremo sulle questioni tecniche nei prossimi giorni in avvicinamento all’evento.

Questo l’appassionato messaggio arrivato dal Direttore dell’Automobile Club del 1969 Bruno Moretti: “Nel 1965 ero vicedirettore di gara alla Trento-Bondone quando vinse Scarfiotti su Ferrari ufficiale e l’anno dopo venni nominato Direttore a Macerata. Lodovico non tardò a venirmi a trovare accompagnato dal cugino Emanuele per illustrarmi le straordinarie caratteristiche tecniche della salita da Sarnano a Sassotetto. Successivamente alla sua scomparsa nel 1968 si è pensato che non vi sarebbe stata forma migliore per onorare la sua memoria con il Trofeo Scarfiotti messo in palio su quel percorso, con una prima edizione coincidente con la discesa degli astronauti sulla Luna il 12 luglio 1969. In quell’edizione adottammo per la prima volta in assoluto una serie di telecamere che permettevano al Direttore di Gara di controllare tutto il percorso, importante strumento di sicurezza. Il padre di Lodovico, l’ing. Luigi, mise in palio una pesante Targa d’Oro che doveva essere assegnata al pilota che avesse vinto la corsa per tre volte, andato poi a Nesti.”

Il Trofeo Scarfiotti verrà presentato alla stampa martedi 26 aprile alle ore 12 presso la Sala del Consiglio della Provincia di Macerata.