Cronoscalate 7ª Cronoscalata Storica dello Spino  

Oltre 190 iscritti alla 7ª Cronoscalata Storica dello Spino

A giudicare dai 190 iscritti in totale (155 fra le vetture di campionato e i 35 consentiti per le moderne), la 7ª° cronoscalata storica dello Spino e 44ª di sempre ha ottenuto il suo primo significativo successo già ora.
Ufficio Stampa Pro-Spino Team 10 Maggio 2016

Numeri da record, considerando le medie di partecipazione che si registrano in gare automobilistiche di questa specialità. In attesa dell’ufficializzazione dell’elenco, possiamo già anticipare la presenza di tutti i leader di raggruppamento, a cominciare dal senese Uberto Bonucci con la sua Osella Pa 9/90, ma ci sarà anche il beniamino locale Ennio Bragagni Capaccini, che per l’occasione salirà con la Re.Bo. 03 nel IV Raggruppamento. Non solo: con le auto che daranno vita alla parata storica, il numero dei modelli presenti a Pieve Santo Stefano supera ampiamente quota 200. Ampiamente soddisfatta per questo risultato e con i 6 chilometri di tracciato già adeguatamente allestiti, la Pro-Spino Team è impegnata adesso nelle rifiniture della settimana che culmina con la disputa della competizione, valevole quale terza prova del Campionato Italiano Velocità in Salita Auto Storiche (Civsa) 2016 e come appuntamento del Trofeo Abarth Classiche. Una struttura di grande prestigio sarà infatti presente a Pieve a rappresentare ufficialmente la casa dello Scorpione, con una sorta di “Abarth Village” dove i piloti potranno iscriversi al Trofeo. Ciliegina nella torta, lo Spino sarà la gara di apertura anche del Trofeo Toscano Velocità Montagna (TTVM), un campionato appena ufficializzato e tutto giocato in una delle due regioni d’Italia che, insieme alla Sicilia, annovera il maggior numero di “auto e piloti d’epoca” licenziati CSAI. Un riconoscimento importante per lo Spino, accolto con grande entusiasmo dai
piloti; sono infatti già 90 gli iscritti al TTVM che si sfideranno a Pieve S. Stefano. C’è dunque grande fermento a Pieve Santo Stefano per godersi tre giorni di “full immersion” nella storia dell’automobilismo sportivo d’epoca, con un ulteriore tocco di interesse dato dalla partecipazione – fra le moderne – di Federico Liber su Formula Gloria C8 e dell’orvietano Daniele Pelorosso su Renault Clio Proto, oltre che dei piloti locali: Icaro Camaiti, Gregory Matusali, Luca Senesi, Nicola Veri e Mauro Polcri, che torna al volante della sua Osella nella classe 3000 del gruppo Cn. Si comincia venerdì 13 maggio con le verifiche nel centro del paese, poi da sabato 14 il baricentro si sposterà sulla strada 208 per le prove ufficiali e domenica 15 per la gara, a partire dalle 10.00, ma con il gustoso antipasto del “Riccio Drift Show”, dei ciclisti de L’Intrepida e di tutta la passerella delle auto con protagonista la Scuderia Clemente Biondetti di Firenze. Un solo auspicio: che le condizioni meteorologiche non sciupino la grande festa.