Michele Massaro miglior tempo in gara 1 delle autostoriche nella 45ª Alpe del Nevegal

Roberto Bona 19 Maggio 2019

Belluno – Michele Massaro, su Bmw M3 E30, ha realizzato il miglior tempo assoluto di gara 1 auto storiche alla 45^ Alpe del Nevegal. L’autore del miglior tempo nel primo turno delle salite di ricognizioni di ieri ha migliorato di circa 8 secondi il suo riscontro cronometrico e preceduto di 1.04 la Porsche 930 di Massimo Ronconi, portacolori del Team Italia. Terzo gradino del podio assoluto per Adolfo Bottura, bravissimo ad affrontare la salita, nonostante le condizioni meteo fossero tutt’altro che favorevoli alla sua Osella Pa9/90. Altri protagonisti delle prove di ieri si sono accomodati ai piedi del podio: Fabio Borboni (Fiat Ritmo 130 Abarth) quarto, Paul Niederstatter (Renault 5 Gt turbo) quinto, Alessio Piffer (Alfa Romeo 33) sesto.

Nel 1° Raggruppamento il più veloce è stato Amedeo Francescon. Con la sua Abarth 1000 bialbero, l’alfiere del Team Italia ha segnato il tempo di 4.30.21. Alle sue spalle, staccato di 4.45, un altro veterano delle salite: Luigi Pellanda, su BMW 2000. Qualche giorno fa, su una pagina Facebook che segue le cronoscalate, è stata pubblicata una splendida foto di Pellanda impegnato all’Alpe del Nevegàl 1969. Oggi, cinquant’anni dopo, il pilota-preparatore dell’Halley Racing Team è ancora sulla breccia. Terzo posto di Raggruppamento per Harald Mossler, su Lea Francis Sport Hyper con un distacco di 27.88; quarto Georg Prugger, su Alfa Romeo 6c 2300 spider.

Umberto Pizzato, su Porsche 911 RS, ha stabilito il miglior tempo nel 2° Raggruppamento in 4.01.37. Il pilota del Palladio Historic ha preceduto di 5.42 la vettura gemella di Antonio Orsolin e di 8.96 la Alfa Romeo Giulia GT Veloce del giovane Marco Stella. Il 3° Raggruppamento è stato appannaggio di Massimo Ronconi, su Porsche 930 che, con il crono di 3.43.96, ha staccato di 15.86 la Fiat X1/9 di Brunello Chiappini, secondo; e di 26.12 la Alfa Romeo Alfasud TI di Romeo Emilio De Rossi.

Nel 4° Raggruppamento si è imposto Massaro con Bottura secondo e Fabio Borboni terzo, Niederstatter quarto e Piffer quinto. In questo Raggruppamento si sono registrati i distacchi più contenuti con cinque piloti raccolti in 6″20.