Cronoscalate 41ª Alpe del Nevegal  

Luglio infuocato per Mancin sul Nevegal

Il pilota di Rivà si prepara ad un duello chiave in ottica Austrian Hill Climb Championship con la classifica che lo vede in ritardo di due sole lunghezze dalla vetta.
Ufficio Stampa 28 Luglio 2015

Rivà (Ro) – Un mese di Luglio particolarmente caldo per Michele Mancin e non solo per via delle torride temperature sin qui registrate.
Dopo aver rimesso pesantemente in discussione le sorti dell’Austrian Hill Climb Championship 2015 ad inizio mese, con una brillante affermazione nella Cronoscalata Pezinska-Baba, arrivando a ridurre il gap dal leader provvisorio Ritzberger a soli due punti per il portacolori di Mach 3 Sport giunge il tanto atteso momento di rientrare nei patri confini per affrontare l’appuntamento dell’Alpe del Nevegàl in programma per questo fine settimana.
Con un Mancin galvanizzato dall’ottimo ruolino di marcia messo in campo negli ultimi impegni della serie, che lo ha visto autore di una spettacolare rimonta, la salita bellunese potrebbe rivelarsi particolarmente significativa in chiave campionato.

“Dopo tante trasferte finalmente ci godiamo un evento dal sapore tricolore” – racconta Mancin – “vista l’ultima che ci ha portato sino in Repubblica Slovacca. Non siamo mai stati così lontani da casa da quando abbiamo deciso di abbandonare il CIVM per tentare l’avventura fuori dai confini italiani. Abbiamo raggiunto sino ad ora il nostro obiettivo primario che era quello di riaprire la partita nei confronti di Ritzberger e siamo giunti qui al Nevegàl con due punti che ci separano dalla leadership di campionato. Siamo pronti a dare il massimo perchè vogliamo a tutti i costi agganciare la vetta su un tracciato che ben conosciamo e che quindi annulla quello svantaggio che abbiamo patito in tante uscite dove ci trovavamo all’esordio”.

L’edizione numero quarantuno della Cronoscalata Alpe del Nevegàl si articolerà su di un percorso di cinque chilometri e mezzo, con una pendenza media del 9,56% ed un dislivello pari a 526 metri.
Un nastro di asfalto decisamente familiare al pilota della Citroen Saxo gruppo A che potrà far valere tutta la propria esperienza in un parterre che di norma include molti piloti di varie discipline, prevalentemente dal settore rally, attratti dal tecnico e selettivo tracciato bellunese.
Per Mancin giunge quindi l’occasione di concretizzare la tenace rimonta nei confronti di Ritzberger memore dell’ultimo fuori programma vissuto su queste strade nel lontano 2011.

“È bello tornare a parlare italiano dopo tanto tempo” – aggiunge Mancin – “e la salita del Nevegàl è il palcoscenico ideale per provare a completare la nostra azione. Conosciamo molto bene il percorso sul quale si svolgerà l’evento avendolo affrontato in svariate occasioni con la Peugeot 205 gruppo A nella classe riservata alle 1.400 cc. L’unico ricordo che abbiamo con la Saxo, e non è molto piacevole, risale alla stagione 2011 quando stavamo muovendo i primi passi con la nuova vettura. Durante le prove del Sabato fummo protagonisti di una toccata che compromise la gara ma siamo anche consapevoli che l’affiatamento maturato nei successivi quattro anni sia ben diverso rispetto a quella edizione. Correre su strade amiche può sulla carta sembrare più facile ma è solo apparenza perchè avremo avversari molto tosti come ogni anno”.