Piloti

La Sicilia porta bene a Michele Fattorini

ECCELLENTE AVVIO DI STAGIONE PER L’UMBRO MICHELE FATTORINI DELLA SCUDERIA SPEED MOTOR: DOPO IL QUINTO POSTO ASSOLUTO A ERICE, IL QUARTO ALLA COPPA NISSENA SU OSELLA PA2000
Claudio Roselli 29 Aprile 2015

GUBBIO – La Sicilia ha restituito un Michele Fattorini rigenerato dopo che la stagione agonistica 2014 lo aveva visto gareggiare di meno, anche se il sesto posto assoluto di Gubbio aveva lasciato intendere che la sua abilità al volante non si era “arrugginita”. I due appuntamenti iniziali del Campionato Italiano di Velocità in Montagna 2015 hanno detto a chiare note che il 25enne umbro di Porano, portacolori della scuderia Speed Motor di Gubbio, è sempre fra i “big” della specialità: quinto posto assoluto (quarto di gruppo e terzo di classe) nella cronoscalata del Monte Erice e quarto assoluto domenica 26 aprile scorso alla Coppa Nissena, con terzo posto sia di gruppo nella E2B, che di classe al volante di una Osella Pa2000. Sui 5450 metri del tracciato di Caltanissetta, Fattorini è salito con il tempo di 2’06”51 in gara 1 e di 2’07”05 in gara 2, piazzandosi alle spalle del vincitore assoluto, il trentino Christian Merli e di Domenico Scola e Domenico Cubeda, i due che lo hanno preceduto nella classifica di gruppo. Inutile sottolineare la sua soddisfazione: “Ero esordiente su entrambe le gare – premette Michele Fattorini – e quindi i risultati che ho conseguito li ritengo davvero importanti; alla Coppa Nissena, su un tracciato senza dubbio veloce, sono andato persino meglio delle previsioni, a dimostrazione del fatto che posso contare su una vettura all’altezza della situazione”. E quindi anche il prosieguo della stagione sarà a questo punto con l’Osella Pa2000? “Senza dubbio! È un’auto con la quale mi sono subito trovato benissimo e credo che, grazie ad essa, anch’io potrò tornare a essere competitivo”. Il pensiero di Michele Fattorini è già rivolto a sabato 9 e domenica 10 maggio: non sarà una prova di campionato tricolore, ma è la 43esima Cronoscalata della Castellana di Orvieto, ovvero la gara di casa. Assoluto sfiorato un paio di anni fa per questione di centesimi di secondo nei confronti di un altro “figlio d’arte”: Domenico Scola junior, che dal 2002 è dominatore di questa salita. Adesso, Michele Fattorini sogna un trionfo che sarebbe peraltro il primo della carriera dopo una lunga serie di secondi posti.

61ª Coppa Nissena