Piloti

Giampaolo Basso firma l’assoluta storica al Costo

Il pilota della Porsche 911 RSR porta in alto i colori di Rally Team ma dal primo atto del TIVM arrivano anche altre due vittorie e ben otto podi dagli altri undici portacolori al via.
Rally Team 6 Aprile 2022

Rosà (VI) – Semaforo verde scattato anche per la zona nord del Trofeo Italiano Velocità Montagna, in occasione della Salita del Costo vissuta ai piedi dell’Altopiano dei Sette Comuni tra Sabato e Domenica scorsi, e ad un’occasione così importante Rally Team non si è fatto sfuggire l’occasione di mostrare i muscoli, con ben dodici piloti portati sul campo.

Luci della ribalta per il sempreverde Giampaolo Basso, vincitore dell’assoluta tra le regine del passato, anche primo di secondo raggruppamento e di classe GTS+2500 con la sua Porsche 911 RSR, seguito da un positivo Federico Spiller, su Alfa Romeo Alfetta GT, che ha fatto sua la classe TC2000 ed ha mancato, di poco, il podio in terzo raggruppamento, chiudendo quarto.

Primo successo stagionale, in una deserta E11600, e terzo assoluto del gruppo E1 Italia per il vicecampione TIVM in carica Enrico Trolio, su Peugeot 106 Rallye, che, dalla salita di casa per il sodalizio di Rosà, inizierà la difesa del titolo maturato, nel 2021, in una zona nord dominata.

Largo ai giovani con Filippo Nonnato, alla guida di una Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo, alla fine buon terzo tra gli Under 25 ed in classe ProdE1600, quarto di gruppo ProdE.

A seguirlo a ruota, nell’ordine quarto e quinto di ProdE1600, ci hanno pensato Marco Boaron, al volante di una Citroen Saxo gruppo A, ed Antonio Zanarella, su una Peugeot 106 Rallye gruppo A messa a disposizione da Galiazzo, dominando le posizioni a ridosso del treno di testa.

Passando alle millesei del produzione ottava piazza, in classe ProdS1600, per Erika Battaglin, seconda tra le dame alla guida di una Peugeot 106 Rallye gruppo N di Galiazzo, preceduta dalla vettura gemella di Alessandro Sartori, sesto sull’esemplare di Leon Competition, e dalla Citroen Saxo gruppo N, targata Green Motorsport, condotta da Giacomo Valente al quinto.

La scuderia vicentina si è messa in evidenza anche tra le Racing Start, grazie all’eterno Remigio Baù, al termine della due giorni terzo di classe RS 1.6 Plus con una Peugeot 208 GTI.

Ai piedi del podio tra gli Under 25, anche terzo di gruppo RS e di classe RS 1.6, ha concluso Omar Walter Sertori, alla guida di una Honda Civic Type R Racing Start, seguito da Anna Borgo, a completare lo squadrone rossonero con il terzo del femminile ed il settimo di classe.

“Pur essendo principalmente impegnati nel mondo dei rally” – racconta Fiorese (presidente Rally Team) – “la Salita del Costo è un evento particolarmente sentito sul nostro territorio ed infatti, ogni anno, si presentano al via piloti delle più varie discipline automobilistiche. Tanti rallysti scelgono il Costo per allenarsi, per preparare la stagione o anche solo per divertirsi. Ci siamo presentati al via con un vero plotone, ben undici piloti che ci hanno regalato tante soddisfazioni. Complimenti a Basso che, ancora una volta, ha dimostrato tutto il suo valore in una gara corsa in condizioni meteo molto difficili. Tanto freddo, pioggia ed a tratti pure la neve. Non era facile, specialmente con le gomme. Bravi anche tutti gli altri nostri portacolori, tra alterne fortune, che ci hanno veramente riempito la bacheca stavolta. Oltre al successo assoluto tra le storiche abbiamo portato a casa altre due vittorie ed otto podi. Direi che non si poteva chiedere di meglio per iniziare la stagione, correndo praticamente in casa nostra. Grazie a tutti i piloti che hanno portato in alto i nostri colori e speriamo che il 2022 continui così.”

30ª Salita del Costo