Scuderie

Floriopoli Cerda d’argento per la Island Motorsport

NELL’EDIZIONE INAUGURALE DELLA SALITA MADONITA, SECONDA PIAZZA ASSOLUTA E DI CATEGORIA PER L’ECLETTICO PORTACOLORI DOMENICO GUAGLIARDO SEPPUR AL DEBUTTO CON LA SUA NUOVA PORSCHE 911 SC/RS DI 4° RAGGRUPPAMENTO
Ufficio Stampa 2 Agosto 2015

Cerda (Pa) – Sfide al calor bianco (non solo per le elevate temperature meteo) hanno animato l’edizione inaugurale della “Floriopoli-Cerda”, cronoscalata riservata alle auto storiche (ammessa anche la partecipazione di 35 vetture moderne), andata in scena in provincia di Palermo.
Lungo i 6120 metri del tracciato di gara, al termine delle due manche in programma, il pilota-preparatore Domenico Guagliardo ha recitato il ruolo di protagonista, come da pronostici della vigilia, segnando il secondo miglior riscontro cronometrico assoluto conquistando, altresì, l’”argento” nel 4° Raggruppamento (modelli fabbricati dal 1982 al 1990), seppur al debutto con la nuova nata della sua factory: una Porsche 911 Sc/Rs.
Il portacolori della scuderia Island Motorsport, è partito subito forte piazzandosi secondo dopo la prima salita. Confermando il piazzamento anche nella seconda e ultima frazione cronometrata, sebbene sia stato penalizzato da un problema meccanico che l’ha costretto ad abbassare i ritmi.
«Tutto sommato, posso ritenermi più che soddisfatto dal test odierno – ha raccontato Guagliardo – Questa Porsche che, è bene ricordare, era alla prima uscita in assoluto, ha potenzialità molto elevate. Nell’arco della giornata ho lavorato, in particolar modo, sulle geometrie (assetto e dinamica ndr) e sulla carburazione, anche se sono ancora molti i punti su cui intervenire. L’unico piccolo rammarico deriva dalla rottura di un tirante della barra stabilizzatrice posteriore, avvenuta dopo soli tre tornanti nel corso dell’ultima e decisiva manche. Giocoforza, non ho potuto migliorare la mia precedente performance, ma tant’è… ».
Missione compiuta, dunque, per l’esperto driver palermitano che, al volante della nuova coupé tedesca, proseguirà la stagione al Rally Alpi Orientali Historic, penultimo appuntamento della serie tricolore di specialità, al via a fine agosto.

Classifica finale 1ª Floriopoli-Cerda
1. Ciro Barbaccia (Paganucci Bmw) in 6’30”24; 2. Guagliardo (Porsche 911 Sc/Rs) a 10”50; 3. Mannino (Porsche 911/Sc) a 18”14; 4. Claudio 65 (Porsche 911) a 19”52; 5. Perotto (Audi Quattro A2) a 34”88; 6. Bellomare (Porsche 911/Sc) 34”88; 7. Munafò (Lucchini SN) a 38”85; 8. Fullone (Bmw 2002 TI) a 40”31; 9. Savoca (Bmw 635 Csi) a 40”33; 10. Asta (Bmw 2002 TI) a 41”13.

1ª Cronoscalata Floriopoli-Cerda