Cronoscalate FIA Hill Climb Masters 2016 (Sternberk)  

Faggioli, Moran e Peruggini i più veloci nelle prove a Sternberk per il FIA Hill Climb Master 2016

9 Ottobre 2016

Prima della presentazione dei piloti, un conviviale ben frequentato nel cuore della città ceca di Sternberk, il sabato i concorrenti della seconda edizione del FIA Hill Climb Master hanno partecipato a due manche di prove. Lucio Peruggini (Ferrari), Simone Faggioli (Norma) e Scott Moran (Gould) sono stati i più veloci delle tre categorie in gara.

Due salite di prove da parte dei 111 concorrenti al via della seconda edizione. Anche se le due salite non hanno alcun impatto sulla classificazione, danno comunque un’idea del modo in cui si concluderà la gara domenica a Sternberk, nella Repubblica Ceca.

E’ stata una sorpresa che i due protagonisti del FIA European Championship più veloci appartengano alla categoria 2 alla fine della giornata, con il miglior tempo registrato da Simone Faggioli (Norma M20FC-Zytek) meno di un secondo davanti al suo connazionale Christian Merli (Osella FA30 Evo-Fortech). Un terzo pilota italiano ha completato i primi 3 in classifica, Paride Macario confermando così il suo status come il migliore “Rookie” nella competizione europea di quest’anno.

E’ anche nella categoria 2 che troviamo il pilota più veloce femminile, Martine Hubert. Quattro volte campione di Francia femminile e vincitore di questa classe nella prima edizione del FIA Hill Climb Master a Eschdorf due anni fa. La signora dalla Normandia sfoggiava un ampio sorriso dopo le prove. “Quanto è bello essere qui!” dice. “Abbiamo viaggiato quasi 1.800 chilometri per arrivare, ma non abbiamo rimpianti! L’evento è magnifico e il pubblico lo ama.”

Senza la stessa conoscenza della salita come gli italiani, che conoscono il percorso di Sternberk dal campionato europeo, il contingente britannico ha confermato che dovrebbero essere considerati favoriti per la medaglia d’oro nella categoria 3 (per le vetture che soddisfano i requisiti nazionali, ma
non un FIA definizione tecnica). Il sei volte campione del Regno Unito Scott Moran (Gould GR61X-NME) è stato un po’ più avanti di Trevor Willis (OMS 28-RPE) e Wallace Menzies (Gould GR55B-NME), ponendosi come candidato alle medaglie.

fia-hill-climb-masters-2016-lucio-peruggini

Nella Categoria 1 per le automobili di produzione, sono state le vetture GT, che hanno aperto la strada
con il miglior tempo stabilito da Lucio Peruggini con la sua Ferrari 458 Italia GT3. L’italiano dopo aver vinto sette gare su sette in Italia, non si è fatto impressionare dalla concorrenza nonostante sia la sua prima sortita fuori dalla propria nazione. “Amo le salite e partecipare a un evento che riunisce piloti provenienti da così tanti paesi mi rende molto orgoglioso “, ha spiegato. “Fino ad ora, devo dire che sono rimasto colpito dalla qualità dell’organizzazione e l’atmosfera che prevale qui. La mia Ferrari 458 Italia GT3 arriva direttamente dalle corse in circuito. E’ sempre mantenuta e preparata dal famoso team AF Corse. Naturalmente ha dovuto essere sensibilmente modificati per soddisfare il regolamento della salita, in cui i vincoli sono molto diversi da quelle per le corse del circuito, soprattutto perché i tracciati sono molto più irregolari. Ma trovo che abbiamo gestito molto bene l’adattamento della macchina al mio stile di guida “.

Il cronometro lo dimostra: l’italiano si è classificato ben prima delle altre vetture GT del francese Philippe Schmitter (Lamborghini Gallardo GT3 FL2) e Nicolas Werver (Porsche 997 Cup S), e questo lo conferma come favorito per la medaglia d’oro nella sua categoria. Ma le prove sono una cosa e la gara è
qualcos’altro! Domenica sono in programma tre manche e solo il miglior tempo sarà preso in considerazione nel determinare la finale classificazione.

Infine, sullo sfondo di una simile competizione amichevole, la presentazione di tutti i piloti, provenienti da 16 paesi diversi, si è tenuta il Sabato, alla fine del pomeriggio sulla piazza principale della città di Sternberk, di fronte ad un grande ed entusiasta pubblico. Un concerto era previsto per la sera per rendere questo appuntamento in Repubblica Repubblica e grande festa in onore delle cronoscalate!

Risultati Prove

Classe 1:
1. Lucio Peruggini (ITA – Ferrari 458 Italia GT3) – 1: 33.55
2. Philippe Schmitter (FRA – Lamborghini Gallardo GT3 FL2) – 1: 35.30
3. Nicolas Werver (FRA – Porsche 997 Cup S) – 1: 36.16

Classe 2:
1. Simone Faggioli (ITA – Norma M20FC-Zytek) – 1: 19.36
2. Christian Merli (ITA – Osella FA30 Evo-Fortech) – 1: 20.25
3. Paride Macario (ITA – Osella FA30-Zytek) – 1: 20.75

Classe 3:
1. Scott Moran (GBR – Gould GR61X-NME) – 1: 22.49
2. Trevor Willis (GBR – OMS 28-RPE) – 1: 22.76
3. Wallace Menzies (GBR – Gould GR55B-NME) – 1: 23.83