45ª Subida al Fito

Dominio italiano nella prima salita di gara alla 45ª Subida al Fito

Quattro italiani ai primi quattro posti nella prima salita di gara della 45ª Subida al Fito
Niki Mazzara 14 Maggio 2016

Quattro italiani ai primi quattro posti nella prima delle tre salite di gara per quanto riguarda la 45ª edizione della Subita al Fito, gara spagnola del Campionato Europeo Velocità Montagna.
Si impone il fiorentino Simone Faggioli a bordo della sua Norma M20 FC motorizzata Zytek e gommata Pirelli con 2:27.540 nuovo record del percorso.
Al secondo posto il trentino Christian Merli con la sua Osella FA30 motorizzata RPE e gommata Avon staccato di poco più di 3 secondi avendo ottenuto il crono di 2:30.625.
Terza piazza per il bresciano Paride Macario, con l’altra Osella FA 30 del Team Faggioli, con il tempo di 2:36.217 e quarta posizione per Fausto Bormolini e la sua aerodinamicamente rinnovata Reynard K02 che ferma i cronometri a 2:39.055.
Per gli altri italiani in gara, settimo tempo assoluto e primo di gruppo CN per l’altro portacolori del Team Faggioli Marco Capucci con il tempo di 2:55.851. Quattordicesimo assoluto e terzo di gruppo E2 SH per il bolognese Fulvio Giuliani reduce da due manche travagliate di prove ufficiali che non lo hanno visto al traguardo. In gruppo N secondo posto (dietro al serbo Nikola Miljkovic) per Antonino Migliuolo e settimo posto per Tonino Cossu.
Non è arrivato al tragurdo, fermo sul percorso per problemi tecnici, Renzo Napione.
Appuntamento per domenica alle ore 9:00, orario di partenza della terza salita di prove seguita subito dopo dalle rimanenti due salite di gara che determineranno la classifica finale in base ai due migliori riscontri cronometrici di gara.