Cronoscalate home 20ª Luzzi Sambucina  

Domani le prove della Luzzi-Sambucina

I 142 piloti iscritti si sono sottoposti oggi alle verifiche sportive e tecniche. Domani mattina alle 9,30, agli ordini del direttore di gara Alessandro Battaglia, il via alle due manche di prova. La cronoscalata è valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna targato Aci Sport
ErregiMedia 2 Ottobre 2015

LUZZI (CS) – Si accenderà domattina alle 9,30 il semaforo verde delle prove ufficiali che apriranno ufficialmente la ventesima Luzzi-Sambucina. La cronoscalata rappresenta la penultima prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna girone Sud, serie cadetta della specialità Aci Sport.

Come ogni anno, il caratteristico paesino luzzese si trasforma per l’occasione in un vero e proprio paddock. L’evento è organizzato dalla scuderia Cosenza Corse guidata dal presidente Sergio Perri, in collaborazione con la Provincia di Cosenza, l’amministrazione comunale di Luzzi, l’Automobile Club Catanzaro e l’associazione Passione in Salita.

Si ripartirà dal successo conquistato nelle ultime tre stagioni da Domenico Scola jr., detentore, peraltro, del record del tracciato ottenuto proprio nell’ultima edizione, quando congelò il cronometro in 3’10″72. A contendere la vittoria al giovane pilota cosentino ci saranno i migliori piloti della specialità.

In gruppo E2M, atteso il catanzarese Gianluca Rodino al volante di Elia Avrio Neos della New Generation Racing, al pari del cosentino Mirko Paletta su Gloria Kit da 1000 cc della Sila Racing.

Tra le biposto di gruppo E2 da segnalare, oltre al giovane Scola, anche i calabresi Antonino Iaria su Osella Pa 20 S (Vesuvio), Emanuele Greco su Osella Pa 2000, Francesco Ferragina su Elia Avrio. Tra i veterani delle cronoscalate, il pugliese Francesco Leogrande su Radical SR4 della Fasano Corse cercherà di bissare il successo ottenuto su questo tracciato nel 2010.

Tra le CN, da registrare il ritorno al volante dell’Osella PA 20 S di Emilio Scola, zio del giovane Domenico e grande interprete delle gare in salita. Nello stesso gruppo, a sfidarlo sarà l’amico-rivale Silvio Reda, pilota bruzio della Cosenza corse a bordo di Osella Pa 20, anche per lui da 3000 cc. Medesima cilindrata per la vettura gemella su cui siederà il catanese Domenico Cubeda, alfiere della Cubeda corse, scuderia della quale fa parte anche l’altro siciliano Giuseppe Corona. Tra i calabresi, attesissimo il castrovillarese Rosario Iaquinta, che a Luzzi ha vinto nel 2008.

Mentre i piloti si sottoponevano alle prove, ieri, presso il Comune di Luzzi si è svolta la conferenza stampa di presentazione della cronoscalata.

I tempi potranno essere consultati sul sito www.tempilive.it. Ulteriori informazioni e curiosità sul sito internet www.luzzisambucina.org e sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione.