Scuderie

Con l’ultima gara di Tivm a Giarre si conclude l’anno in salita della scuderia Kronoracing

Tante le tappe affrontate, dagli slalom alle salite Curinga , Marcellinara , Sambatello, Tiriolo, Catanzaro , Acri , Amato , Simeri Crichi e per le salite Morano, Sila, Luzzi, Nicastro, Orvieto, Sarnano, Fasano, Popoli, Gubbio, Giarre.
Ufficio Stampa 30 Ottobre 2015

Ben 16 sono stati i driver targati Kronoracing che hanno al meglio rappresentato lo spirito di una scuderia giovane, ma che ha dimostrato quanto sia importante essere supportati da un gruppo coeso e forte.

Obbiettivi sportivi quelli perseguiti dall’associazione che vuole mettere al centro l’importanza rappresentativa e vuole sempre di più promuovere questo sport; ultimo punto molto sentito dalla direzione dell’associazione che si sta impegnando per integrare al tradizionale pranzo/premiazione di fine stagione un momento che possa coinvolgere tutti gli appassionati per meglio incentivare la promozione della velocità in salita.

Atos Primicerio in questa stagione ha partecipato alla Coppa Sila, e mai più gara fu più azzeccata come questa storica cronoscalata per rispolverare in tutti il ricordo di una bellissima Fiat 127.

Sempre per le storiche il Prof. Franco Incutto ha corso la gara di casa, Luzzi, con la Fiat 128 Rally; la racing start ha visto diversi attori: il giovanissimo Michael Di Giovanni con la piccola francesina 1,3 targata EFFERRE ha regalato un duello sul filo dei centesimi con il vincitore finale del CIVM classe Rs2; giovane ma promettente.

Sempre in RS2 stagione più che positiva per Fabio Presta che si aggiudica un secondo posto di classe TIVM sud , su vettura gemella stagione difficile ma intensa per Ivan Ciardullo che lo ha visto protagonista di una rovinosa uscita di strada alla Coppa Sila; nella gara di casa ha poi rimesso tutto in ordine con un ottimo crono. In rs2 unica partecipazione di stagione per Alex Franzisi allo slalom di Acri. Rs3 due portacolori di spessore: Francesco Giuliani e Daniele Longo.

Il primo di ritorno alle gare dopo un anno di stop ha dovuto purtroppo fare i conti con una toccata alla gara di Ascoli che lo ha costretto a fermare il programma agonistico. Daniele Longo su Peugeot 106 elaborata da Calabrese Motors ha dettato il ritmo di una classe agguerritissima a suon di record chiudendo con un secondo posto di classe TIVM SUD nonostante abbia partecipato a molte meno competizioni rispetto ai rivali di categoria. Danilo Aceto anche quest’anno ha replicato l’esperienza in RS4 su Honda Civic cercando il giusto feeling con la vettura Giapponese. Giulio Molinaro dopo la gara in Rs4 alla Coppa Sila ha voluto testare nella gara per lui di casa una vettura di maggiore eleborazione, una rs4plus Honda che purtroppo lo ha visto fare i conti con diversi problemi meccanici affrontati con tenacità tecnica e bravura di guida dal driver luzzese. Totò Lipari ha fatto suo il TIVM Sud di classe con una piccola Fiat Seicento ma tutti attendiamo il suo ritorno con la Ritmo. Il pilota di Alberobello Angelo Miccolis si aggiudica il TIVM Sud e un secondo posto di classe nel CIVM con la sua rossa Renault Megane. Il gruppo A ha visto la partecipazione di Mattia Cosentino su Renault Megane. E1 Italia con Francesco Crocco che ha portato in gara la sua Fiat Uno tra le salite e gli slalom calabresi. Giovane in crescendo Dario Francesco Crocco su A112 che lo ha visto al suo secondo anno in salita. Giuseppe Pellegrino su Peugeot 205 si è impegnato nella partecipazione agli slalom per meglio trovare il giusto passo della sua vettura.

Infine su Radical prosport E2B1600 Leonardo Nicoletti , facendo i conti con qualche piccolo problema meccanico, ha affrontato la stagione come anno di test per meglio mettere a punto la sua vettura inglese; il risultato finale è più che soddisfacente.

Una stagione che accresce ancora di più la voglia di fare meglio, di svilupparsi, di rendersi innovativi in un ambito sportivo meraviglioso: il mondo in salita.

Grazie a tutti coloro che rendono magico l’impegnativo sviluppo della Scuderia Kronoracing.