Scuderie

Ben 13 piloti della Speed Motor iscritti al 57° Trofeo Luigi Fagioli

FRA LE TURISMO, SFIDA A QUATTRO NELLA RACING START TURBO CUP 2 FRA ANGELO MARINO, GIANNI LOFFREDO, RICCARDO URBANI E PAOLO BICCHERI, MENTRE GIANLUCA DE MASI CORRE FRA LE ASPIRATE. IN RACING START, PRESENTI LODOVICO MANNI E ALESSANDRO PICCHI. FRA LE STORICHE, UNICO PILOTA L’EUGUBINO LANFRANCO PASTORELLI
Claudio Roselli 24 Agosto 2022

Un’autentica “rimpatriata” per la Speed Motor – come sempre avviene nella gara di casa – alla 57esima edizione del trofeo “Luigi Fagioli”, che quest’anno è la prima delle tre finali del Campionato Italiano di Velocità in Montagna 2022, in programma da venerdì 26 a domenica 28 agosto a Gubbio. Sono ben 13 i portacolori della scuderia rossonera, più il presidente Tiziano Brunetti nel ruolo di apripista con la Ligier Js Lpm4 sui 4150 metri del tracciato che conduce al valico di Madonna della Cima. In questo comunicato, spazio ai sette impegnati nelle categorie delle turismo, dei quali quattro si daranno battaglia da avversari nella entusiasmante Racing Start Turbo Cup 2, con Angelo Marino su Seat Cupra Leon sempre più vicino alla conquista del suo secondo titolo tricolore, dopo quello del 2020 con la Mini Cooper in Racing Start.

“In base ai calcoli, difficilmente potrei chiudere il discorso a Gubbio – ha detto Marino – ma non è un problema; anzi, non farò proprio alcun tipo di calcolo e cercherò come sempre di cogliere il massimo risultato. Il percorso del trofeo “Luigi Fagioli” è un altro di quelli che mi piacciono e nel 2019 vi ho ottenuto il miglior piazzamento: un quarto posto assoluto con la Lola B99/50”. Fra coloro che intendono “posticipare” la festa di Marino c’è anche il grande amico Gianni Loffredo su Peugeot 308 Tcr, protagonista comunque di una eccellente stagione e determinato nel garantire alla Speed Motor una straordinaria doppietta finale nel raggruppamento più avvincente dell’intero campionato.

Gianni Loffredo

Come se non bastasse, altri due piloti del team eugubino vanno a impinguare l’elenco degli iscritti: gli eugubini Riccardo Urbani su Audi Rs3 e Paolo Biccheri su Renault Clio Cup. “Era una soddisfazione, quella che volevo togliermi alla guida di un’Audi Tcr – ha dichiarato Urbani junior – perché è un’auto che anche in pista garantisce le sue belle performance. La proverò in salita, sapendo di avere a che fare con avversari di elevata caratura”. Ed ecco Biccheri: “Anch’io ho voluto fare una sorta di esperimento davanti al pubblico amico, scegliendo una vettura con la quale tenterò di tenere il passo degli altri”.

Alessandro Picchi

Già, gli altri: ci saranno tutti i migliori e la battaglia sarà più serrata che mai. Nella Racing Start Cup, ma fra le aspirate, è presente lo spezzino Gianluca De Masi dopo il secondo posto di Rieti con la Bmw 318 E46; stavolta, sarà messo alla prova su un tracciato meno veloce e più guidabile. Torna lungo la Gola del Bottaccione anche il tuderte Lodovico Manni nella classe 2.0 della Racing Start con la Renault Clio Rs, sperando che in questa edizione la buona sorte stia dalla sua parte, o che comunque non vi siano intoppi a penalizzarlo. E al lotto si è aggiunto un altro eugubino, il giovane Alessandro Picchi su Peugeot 308 nella classe 1.6 della Racing Start Turbo, che si misurerà con “driver” del calibro di Oronzo Montanaro e Angelo Loconte. E di Gubbio è infine anche l’unico pilota della Speed Motor in gara fra le storiche: Lanfranco Pastorelli su Fiat Giannini 650 Np nel II Raggruppamento, a caccia di un risultato nella classe 700. Verifiche sportive e tecniche nella giornata di venerdì 26 agosto dalle 10.15 alle 19; prove ufficiali in due sessioni sabato 27 dalle 9.30 in poi e partenza di gara 1 domenica 28 alle 9, con gara 2 a seguire.

57° Trofeo Luigi Fagioli