Cronoscalate 7ª Cronoscalata Storica dello Spino  

150 le vetture verificate oggi alla 7ª Cronoscalata Storica dello Spino

CRONOSCALATA DELLO SPINO: 150 I VERIFICATI IN TOTALE AL VENERDI’. SABATO MATTINA APPENDICE DI DUE ORE E POI IL VIA ALLE PROVE UFFICIALI DELLA 7° EDIZIONE STORICA E 44ESIMA DI SEMPRE
Ufficio stampa 13 Maggio 2016

PIEVE SANTO STEFANO – Sono stati in totale 150 i piloti che alle 19.00 di venerdì 13 maggio hanno espletato le verifiche sportive e tecniche della 7° cronoscalata storica dello Spino e 44esima di sempre. Nello specifico, si tratta di 118 iscritti al terzo appuntamento del Campionato Italiano di Velocità in Salita per Auto Storiche (Cvisa) 2016 e dei restanti 32 alla guida delle vetture moderne al seguito, ma per la mattinata di sabato 14 è prevista un’appendice di due ore, dalle 7.00 alle 9.00, riservata ancora alle verifiche e quindi l’attuale numero è destinato ad aumentare ulteriormente. Fra i conduttori delle storiche, c’è anche il fedelissimo per eccellenza dello Spino: Roberto Brenti su Renault 5 Gt Turbo del IV Raggruppamento; il 64enne “driver” di Bibbiena è infatti alla sua 35esima partecipazione e su questa crono vanta anche 19 primi posti di classe. Il primo atto del week-end automobilistico di Pieve Santo Stefano si è tenuto nel centro del paese, con i commissari sportivi schierati sotto le suggestive Logge del Grano e i commissari tecnici nello stand di piazza Plinio Pellegrini. Un altro motivo di soddisfazione per la Pro Spino Team al termine di una giornata che sotto il profilo atmosferico non è stata certamente di buon auspicio: pioggia fin dalla tarda mattinata, con grandine caduta poco dopo le 13.30 e ancora acqua a ripetizione per buona parte del pomeriggio. La speranza è allora quella che la perturbazione si allontani prima possibile per non condizionare una parentesi agonistica che sta oramai per prendere il via. Sotto questo profilo, le previsioni meteo inducono a un minimo di ottimismo. Oltre che per il tricolore delle auto storiche, la gara dello Spino – lo ricordiamo – è valevole anche quale prova del Trofeo Abarth Classiche (già allestito il “Village” della casa dello “scorpione”, con il preannunciato arrivo dell’ex campione Arturo Merzario) e del Trofeo Toscano di Velocità in Montagna. Anche gli ultimi dettagli organizzativi e relativi al percorso sono a posto, per cui l’interesse si trasferisce ora sui 6 chilometri della strada 208 che costituiscono il teatro della sfida. La giornata di sabato 13 è interamente concentrata sullo svolgimento delle prove ufficiali: alle 10.30 il via al primo turno, poi la discesa del serpentone, il riordino e la partenza del secondo turno; stesse modalità per la gara di domenica, con la differenza che la prima vettura si presenterà sulla linea di partenza alle 10.00. Classifica e punteggi terranno conto della somma dei tempi fatti registrare nelle due manche e questo vale sia per le storiche che per le moderne.