45ª Cronoscalata della Castellana

La 46ª Cronoscalata della Castellana sulla rampa di lancio

di Ufficio Stampa - 20 Luglio 2018
Dal 14 al 21 ottobre a Orvieto la prova valida per TIVM Nord e Sud aperta anche alle autostoriche
La 46ª Cronoscalata della Castellana sulla rampa di lancio

Orvieto (TR) – Hanno preso il via i preparativi per la 46ª Cronoscalata della Castellana a Orvieto. Orgoglio degli organizzatori dell’Asd La Castellana, l’edizione 2018 della classica corsa in salita umbra si svolgerà dal 19 al 21 ottobre e sarà prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna con doppia validità per le zone Nord e Sud e ospiterà anche la competizione riservata alle affascinanti autostoriche, che fra l’altro non dovrà rispettare alcuna limitazione di numero massimo di presenze. Molti i dettagli e le novità sui quali l’associazione, in collaborazione con l’Automobile Club di Terni, è al lavoro con l’obiettivo di confermare l’elevato livello logistico e professionale raggiunto negli anni dalla manifestazione e poter così di nuovo offrire una bella opportunità e un grande spettacolo a partecipanti, addetti ai lavori e pubblico.

L’emozionante tracciato di 6190 metri immerso nel verde che da San Giorgio, alle porte di Orvieto, sale a Colonnetta di Prodo lungo la SS79 resta uno dei punti di forza della cronoscalata orvietana. Si tratta infatti di un percorso vario e completo delle caratteristiche amate dai migliori piloti e specialisti delle salite, che torneranno a sfidarsi alla Castellana per la conquista di punti pesanti nella rincorsa al TIVM nel momento clou della stagione. Quest’anno, inoltre, la Cronoscalata della Castellana è anche stata selezionata come gara di riserva della massima serie tricolore di ACI Sport, il Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM), e a Orvieto si propone anche come stimolante occasione per visitare luoghi dal fascino ineguagliabile e impreziositi da architetture e opere uniche al mondo, oltre che caratterizzati da percorsi enogastronomici tra i più rinomati.

Nel 2017 la gara è stata vinta dal giovane pilota di casa Michele Fattorini al volante di un prototipo Osella Fa30 motorizzato Zytek con il tempo totale di 7’01”32 (gara 1 + gara 2), affiancato sul podio dal driver salernitano Cosimo Rea, secondo su Ligier-Honda, e da un altro umbro, l’eugubino Giovanni Rampini, terzo su Osella-Honda. Tra le auto storiche il tempo più veloce in assoluto è stato ottenuto dall’ascolano Gianluca Paloschi, vincitore del 4° raggruppamento con la Peugeot 205 Rallye.

Cerca un Calendario in Archivio
Ultime Notizie

I big del Campionato Europeo della Montagna premiati ieri al Palazzo della Regione a Trento [VIDEO]

I big del Campionato Europeo della Montagna premiati ieri al Palazzo della Regione a Trento [VIDEO]

I big europei della salita premiati sabato a Trento European Hill Climb Championship

I big europei della salita premiati sabato a Trento

La Pedavena-Croce d’Aune confermata nel Campionato Italiano Velocità Montagna 2020

La Pedavena-Croce d’Aune confermata nel Campionato Italiano Velocità Montagna 2020

Il Trofeo Vallecamonica festeggia la 50ª edizione con il ritorno nel Campionato Italiano Velocità Montagna 2020

Il Trofeo Vallecamonica festeggia la 50ª edizione con il ritorno nel Campionato Italiano Velocità Montagna 2020