Piloti

Un ottimo Michele Fattorini vince la classe 1600 alla Trento-Bondone

CON UN TEMPO DAVVERO ECCELLENTE (10’01”036), CHE E’ L’OTTAVO DI GIORNATA, AL VOLANTE DELLA WOLF GB08 THUNDER
Claudio Roselli 3 Luglio 2022

Straordinaria impresa di Michele Fattorini nella 71esima edizione della Trento-Bondone, cronoscalata valida per il Campionato Italiano ed Europeo della Montagna. Al volante della Wolf GB08 Thunder, l’umbro della Speed Motor ha coperto i 17 chilometri e 300 metri del tracciato in 10’01”036, che significano ottavo tempo assoluto della giornata, sesto posto nella classifica dell’europeo e primo nella classe fino a 1600 (in base ai criteri del campionato continentale), non dimenticando un particolare: la vettura di Fattorini ha una cilindrata di poco superiore ai 1000 centimetri cubici e davanti a lui – a parte l’Osella Pa21 Jrb di Giancarlo Maroni, classe 1600 – si sono piazzati soltanto prototipi 3000 e 2000.

Un Fattorini molto soddisfatto, anche se… “Ho avuto un problema al cambio sui quattro tornanti da Vaneze a Norge, che normalmente si affrontano con la prima marcia – ha dichiarato – mentre io ho dovuto girare con la seconda e qualcosa ho perso; ciò vuol dire che, senza quell’imprevisto, avrei potuto benissimo scendere sotto la soglia dei 10 minuti, perché almeno 3-4 secondi se ne sono andati e a quel punto la prestazione si sarebbe rivelata ancor più rimarchevole, ma il tempo è stato ugualmente ottimo su un tracciato che non è certo adatto alle caratteristiche di una macchina come la Wolf. Colgo l’occasione per ringraziare, oltre alla Speed Motor e al presidente Tiziano Brunetti, anche la Wolf Racing France del patron Lionel Champelovier e la famiglia Bellarosa”.

71ª Trento Bondone