10ª Salita Morano – Campotenese

Si alza il sipario della 10ª Morano-Campotenese

Domani, venerdì 6 agosto le operazioni preliminari dalle 10.30 alle 19.30. Possibilità di effettuare test antigienici gratuiti per chi non è in possesso delle idonee certificazioni permanenti. Il centro annoverato tra “I Borghi più belli d’Italia” in fermento per l’8° round di Campionato Italiano Velocità Montagna, di cui sabato 7 si svolgeranno le ricognizioni e domenica 8 le due salite di gara. Tracciato tecnico che esige massima precisione
Ufficio Stampa 5 Agosto 2021

Morano Calabro (CS) – La 10ª Salita Morano – Campotenese alza il sipario. Parte domani, venerdì 6 agosto, il week end organizzato dalla Morano Motorsport che sarà quello dell’8° round di Campionato Italiano Velocità Montagna, che riporta i motori da corsa sulle pendici del Monte Pollino. Morano Calabro è pronto ad accogliere i migliori protagonisti del Campionato Italiano, i piloti le squadre e gli addetti ai lavori, oltre che i pretendenti alla serie cadetta del Trofeo Italiano Velocità Montagna. Ogni fase del fine settimana calabrese, primo della mini serie cosentina, che vedrà il circus spostarsi nella vicina Luzzi nel fine settimana del 22 agosto, si volge nel massimo rispetto delle normative anti covid. Presso il centro accrediti per team e piloti, ubicato in Via Nazionale, 39, è stato allestito un centro per l’effettuazione dei test antigienici, per tutti coloro che lo desiderano o non siano in possesso delle idonee certificazioni permanenti. Il centro adibito ai test è già attivo, mentre il centro accrediti sarà aperto dalle 10.30 alle 19.30, dopo i controlli per l’idoneità sanitaria, gli oltre 210 piloti potranno procedere negli stessi orari con le operazioni preliminari alla gara, come i controlli dei documenti personali e delle vetture. Gli accrediti stampa saranno invece consegnati, sempre dopo i controlli sanitari, presso il Chiostro San Bernardino, sede del centro servizi della gara.

Molti i piloti già presenti a Morano Calabro che, anche a piedi, studiano ogni metro dei 7,1 Km di tracciato sul quale si svolgeranno le due manche di ricognizioni dalle 9 di sabato 7 e poi dalle 9 di domenica 8 le due salite di gara che emetteranno i verdetti tricolori.

Tra i protagonisti della vigilia ecco alcune considerazioni: 

Christian Merli, Campione Europeo in carica, vincitore dell’edizione 2019: Il tracciato è bello, guidato e molto scorrevole, l’asfalto è caratterizzato da molto grip ed è molto ruvido, sui pezzi nuovi potrebbe cambiare qualcosa. Speriamo che non sia molto caldo, noi preferiamo le temperature non eccessive, condizioni in cui ci difendiamo meglio, per cui siamo fiduciosi, perché la gara è molto bella”-. 

Simone Faggioli: “Una gara altamente tecnica e veloce, dove è fondamentale il set up. Il fondo si divide un due parti, quello con asfalto più datato, dove c’è grip e il fondo è ruvido, poi il manto più nuovo e più liscio, maggiormente scivoloso. Occorre raccogliere più dati possibile prima di scegliere la strategia di gara”-.

Domenico Cubeda: “Nel 2013 a Morano ho ottenuto la mia prima vittoria assoluta, per cui associo sempre questa sensazione a questa gara che mi piace molto per le sue caratteristiche e che ho vinto 4 volte. Un tracciato bello, costante nelle sue caratteristiche, tecnico che esige precisione e permette di esprimersi bene. Interpretarlo nel giusto modo è come compiere un preciso giro di pista”-.

Nel 2019, nell’ultima edizione disputata prima dell’emergenza covid, la vittoria fu di Christian Merli su Osella FA 30, seconda posizione per Simone Faggioli su Norma M20 FC e terza per Denny Zardo su Norma M20 FC.