40ª Cesana Sestriere

Ricognizioni Ok alla 40^ Cesana – Sestriere

Scatta alle 11 di domani, domenica 10 luglio la gara organizzata .dall’Automobile Club Torino 5° appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche e 3° round del FIA Historic Hill Climb Championship. Auto esclusive nella parata dell’Experience
AciSport 9 Luglio 2022

Cesana/Sestriere (TO) – Cielo terso e sole splendente hanno accompagnato la giornata di ricognizioni della 40^ Cesana – Sestriere, sebbene l’alta montagna garantisca una temperatura fresca.

Due salite di ricognizione per i 122 concorrenti ammessi alla partenza della competizione organizzata dall’Automobile Club Torino che domani, domenica 10 luglio, a partire dalle 11 emetterà i verdetti del 5° round di Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche e quelli della serie europea FIA Hill Climb Championship. Prima dei protagonisti della massima serie tricolore ACI Sport e di quella europea, sui suggestivi 10,4 Km incastonati nella splendida cornice delle Alpi piemontesi, hanno preceduto le prove e lo faranno anche per la gara, le prestigiose auto della Cesana – Sestriere Experience, che si contendono l’ambito Memorial Gino Macaluso.

Miglior riscontro di giornata in 4’47”15 e ruolo da primo attore per la gara prenotato da Stefano Peroni , il fiorentino della Bologna Squadra Corse, che sulla Martini MK32 BMW ha migliorato l’interpretazione del percorso tra le due manche, con alcune regolazioni sulla monoposto di 5° Raggruppamento. Nella stessa categoria delle monoposto Matteo Aralla con la bella Reynard 903 F3 è stato subito concreto come anche papà Matteo Aralla sulla Dallara Alfa Romeo.

Ottime le ricognizioni della gara di casa per Mario Massaglia che al volante della Osella PA 9/90 BMW ha mostrato di poter ambire alla vetta del 4° Raggruppamento, ma anche a realizzare dei tempi da vertice generale. Attenzione al rientro del bolognese campione in carica Filippo Caliceti, in fase di recupero dopo lo stop forzato un infortunio, ha mostrato di saper riprendere in fretta il ritmo al volante della prestante Osella PA 9/90 BMW. Prove proficue anche per il pisano Piero Lottini sull’ottima Osella PA 9/90 con cui va anche a caccia di punti europei. Per la classifica della Sport Nazionali il siciliano Totò Riolo su Lucchini Alfa Romeo, dopo una convincente prima manche ha accusato qualche noia al cambio, mentre Roberto Gorni su Osella N ha molto aggiustato il tiro tra le due manche. Ottime ricognizione per Gianluca Paloschi, che ha svettato tra le auto coperte sulla Peugeot 205.

Giuliano Loris Peroni, il papà di Stefano, sulla Osella PA 8/9 BMW ha trovato rapidamente il feeling con i 10,4 Km di percorso, lo ha confermato con i migliori riscontri di 3° Raggruppamento ed in gara punterà anche ad un tempo di rilievo assoluto. Andrea Fiume ha portato in prova l’Osella PA 8/9 nella livrea originale degli anni ’80 ed ora mira a ottenere una buona prestazione in gara. E’ bastata una sola salita a Giuseppe Gallusi per confermare le scelte operate per la sua Porsche 911 e prepararsi all’affondo in gara e non solo per la la categoria GTS, sebbene Fabio Spinelli su Renault 5 Turbo appaia in ottima forma, come il sempre verde pilota e preparatore transalpino Jean Marie Almeras sulla ammirata Porsche 935 in versione Silohuette, o il padrone di casa Giorgio Tessore sulla bella Porche 911 SC.

Solo prima manche anche per il modenese Idelbrando Motti che ha preferito ottimizzare alcune regolazioni sula Porsche Carrera durante il pomeriggio ed in vista della gara dove punterà dritto al vertice di 2° Raggruppamento, categoria in cui è leader tricolore. Prove proficue per l’esperto svizzero Vittorio Coggiola su Porsche Carrera RSR ed anche per il rientrante bolognese Fosco Zambelli, che ha quasi completamente ritrovato l’apprezzata Alfa Romeo GTAM di classe TC 2000.

Sarà certamente un confronto per il 1° Raggruppamento appassionante in gara, quello tra il leader tricolore Tiberio Nocentini, che sulla Chevron B19 Cosworth ha cercato e trovato tutte le conferme nella prima manche, come l’austriaco capo classifica europea Harald Mossler su Daren MK III con motore Ford ha fatto nella 2^, ottenendo anche il miglior crono. Ammirata la Porsche Carrera 6 da 2000 cc, del 1966, con cui in casa Mario Sala punta al podio di categoria. Altro padrone di casa è Vittorio Novo che sulla BMW 2002 TI ha prenotato il ruolo da primo attore tra le auto turismo.