44ª Alpe del Nevegal

Prima prova per le autostoriche alla 44ª Alpe del Nevegal

Roberto Bona 5 Maggio 2018

Il semaforo verde della 44ª Alpe del Nevegal, tappa d’apertura del Campionato Italiano Velocità Montagna 2018, si è acceso in perfetto orario, alle 9.30. Le condizioni meteorologiche, come ampiamente previsto fin dai giorni scorsi, non hanno risparmiato concorrenti ed organizzatori scaricando su Belluno e la sua montagna una insistente, fastidiosa e fredda pioggia.
Il Direttore di gara, Gianluca Marotta, ha esposto l’avviso di “gara bagnata” e finalmente i motori si sono accesi.
Lungo i 5500 metri del tracciato che dal rettilineo di Caleipo porta all’alpe in Fiore per primi sono stati impegnati i piloti delle auto storiche, 44 quelli ammessi dopo le verifiche di ieri. Al termine della prima salita di ricognizione il miglior tempo assoluto è stato realizzato da Michele Massaro, su Bmw M3, in 3.44.22. Alle sue spalle, nell’ordine: Agostini Iccolti, Porsche Carrera RS, a 2.18; Giuseppe Pezzo, Porsche 911 Sc, a 12.75; Paul Niederstaetter, Renault 5 GT tubo, a 15.04; i fratelli Lamberto ed Alessandro Visentin, entrambi su Fiat 127 Sport, rispettivamente a 18.40 e 24.17; Fabio Borboni, Fiat Ritmo 130 Abarth, a 27.15; Stefano Meggiorin, VW Scirocco, a 27.28; Marco Stella, Alfa Romeo Giulia Sprint, a 28.09; Luciano Bianchin, Porsche Carrera Rs, a 28.63.
Nei vari raggruppamenti i più veloci sono risultati: Cecilio Ravelli Damioli, Lancia Fulvia Coupè, in 4.40.77 nel Primo; Agostino iccolti, Porsche Carrerar RS, in 3.46.40, nel Secondo; Giuseppe Pezzo, Porsche 911 Sc, in 3.56.97, nel Terzo; Michele Massaro, Bmw M3, in 3.44.22, nel Quarto; Giuseppe Viali, Martini F3, in 4.38.04, nel Quinto.

Prossime Gare in Calendario

Ultime Gare Effettuate

5 Luglio 2020


Cerca un Calendario in Archivio

Se vuoi restare aggiornato metti
“Mi piace”
nella pagina Facebook