Scuderie

Podio tedesco ad Osnabruck per Giovanni Grasso e Giuseppe Agnello

Vueffe Corse 9 Agosto 2022

Trasferta vincente per i portacolori di ACN Forze di Polizia che nella gara tedesca di Osnabruck, ultimo appuntamento del FIA Hill Climb Cup, agguantano due podi importantissimi e combattuti.
La competizione tedesca, organizzata in maniera esemplare e con un enorme seguito di pubblico ha concluso la serie di 4 gare della Coppa Fia.
Un primo posto per Giuseppe Agnello 3 la sua Lotus Exige S1 di gruppo 4 e un terzo posto per Giovanni Grasso con la sua Clio RS di gruppo 5 è il bottino dei due alfieri italiani che, nonostante la poca conoscenza del percorso e delle condizioni di asfalto hanno tenuto alto l’orgoglio tricolore insieme agli altri 3 rappresentanti, Luca Gaetani, Tonino Cossu e Christian Merli, vincitore assoluto della gara.

“È stata un’esperienza indimenticabile -ha dichiarato Giovanni Grasso di Vueffe Corse- ed il terzo posto mi riempie di orgoglio.
Rappresentare l’Italia in una gara così lontana è stato motivo di grande soddisfazione, mi ha dato i brividi.
Il podio, anche se sul gradino più basso, è stato un risultato importante nonostante le gomme non adatte ad un percorso così corto e veloce e un gap di cavalli importante con i miei avversari.
Altro motivo di grande orgoglio è stato quello di condividere il podio con il mio avversario/amico Tonino Cossu che si è aggiudicato il gruppo 5.
Questo weekend mi rimarrà nel cuore per l’enorme affetto ricevuto dal pubblico tedesco, per il tifo, l’ospitalità e per tutte le persone che hanno apprezzato gli sforzi fatti per essere li presenti. Al di la del risultato sportivo la vera vittoria è stata sul lato umano”

“Salire sul gradino più alto del podio -ha dichiarato Giuseppe Agnello- e ricevere gli applausi dei miei colleghi piloti da tutta Europa è stata un’emozione impagabile.
Portare in alto il tricolore mi ha reso orgoglioso rappresentate della nostra tradizione motoristica.
Dal lato sportivo è stata una gara senza rischi eccessivi. Il tracciato corto che non permetteva alle nostre coperture di andare in temperatura, mi ha portato a gestire al meglio le 3 salite di prova e le 3 di gara, con dei crono che nonostante tutto sono stati molto buoni.
Bellissima esperienza, bellissima manifestazione, pubblico numeroso ed incredibilmente partecipe, bambini alla ricerca di gadget di ogni pilota, amicizie nate con estrema spontaneità, questa è Osnabruck, gara sicuramente da rifare”

54ª Osnabrücker Bergrennen