Piloti

Michele Fattorini vince anche a Verzegnis

MICHELE FATTORINI DOMINA LA TAPPA DEL CIVM A VERZEGNIS E BISSA IL SUCCESSO DI ORVIETO. NUONA TRIONFALE DOMENICA PER LA SCUDERIA SPEED MOTOR
Claudio Roselli 17 Maggio 2015

VERZEGNIS – Eccezionale bis di Michele Fattorini della scuderia Speed Motor di Gubbio, che a distanza di soli 7 giorni colleziona il secondo trionfo assoluto della sua carriera. E stavolta, in una gara di campionato italiano: la 46esima edizione della Verzegnis-Sella Chianzutan, cronoscalata che si disputa nell’angolo nord-est del Friuli e che anche in questa edizione è stata capace di schierare ben 237 piloti al via. Una entusiasmante sfida a tre, che ha visto prevalere l’Osella Pa2000 del 25enne conduttore umbro di Porano nei confronti delle omologhe vetture di due autorevoli avversari: il trentino Christian Merli (alle sue spalle per soli 23 centesimi complessivi) e il cosentino Domenico Scola, figlio e nipote d’arte. Come del resto figlio d’arte è lo stesso Fattorini, che ha regalato una seconda grande gioia anche a papà Fabrizio, tanto più che Michele aveva un solo precedente a Verzegnis con la Radical e per giunta sotto un’acqua battente. Tre prestazioni da veri campioni della specialità, quelle sciorinate da Fattorini, Merli e Scola, racchiusi alla fine in un fazzoletto di appena 1”56 nel bilancio totale delle due salite sui 5640 metri di un tracciato molto selettivo. Determinante, ai fini del successo, il tempo di 2’32”26 stabilito da Fattorini in gara 1, che per una 2000 di cilindrata costituisce il record; superiore di 58 centesimi il riscontro cronometrico di Merli e di 1”25 quello di Scola. Prima di gara 2, sono cadute due gocce di pioggia che hanno condizionato più psicologicamente che materialmente i concorrenti, perché di fatto il fondo della strada era comunque asciutto. Sta di fatto, però, che – salvo qualche eccezione – la stragrande maggioranza dei big ha peggiorato il tempo impiegato: è stato così per Fattorini, che ha coperto il percorso con un 1”45 in più, come per Scola (51 centesimi) che anche per Merli, il cui gap in negativo di 55 centesimi è stato sufficiente per renderlo il migliore in assoluto nella seconda salita – e ciò è fondamentale per l’attribuzione dei punteggi – ma non per farlo salire sul gradino più alto del podio. E dire che nei primi intermedi di gara 2 sia Merli che Scola erano abbastanza avanti, poi Fattorini ha recuperato nella parte conclusiva. La classifica per somma di tempi dice pertanto: Fattorini vincitore in 5’05”97, Merli secondo a 23 centesimi e Scola terzo a 1’56”. Con questa affermazione, Michele Fattorini dimostra di aver trovato sempre più “feeling” con l’Osella Pa2000 (vi ha disputato soltanto 4 gare) ed entra a pieno titolo fra i grandi protagonisti del Civm 2015, che conoscerà la prossima tappa il 30 e il 31 maggio a Sarnano. Per ciò che riguarda gli altri portacolori della Speed Motor, che dunque ha vissuto un’altra domenica di festa, sesto posto di classe per Adolfo Bottura nella E2M con l’Osella Fa30; terzo di classe nella E2M 2000 per il trentino Giancarlo Graziosi su Tatuus Formula master dietro le Tatuus Formula Renault di Gino Pedrotti e Karim Sartori e quinto posto di classe nella Cn 2000 per il ravennate Franco Manzoni su Osella Pa21/S Evo, all’esordio stagionale in campionato.

46ª Verzegnis – Sella Chianzutan