Scuderie

La Island Motorsport tiene botta nella 2ª Cronoscalata del Santuario

NEL PALERMITANO, NONOSTANTE LA PIOGGIA BATTENTE E CON GOMME NON ADATTE AL FONDO BAGNATO, IL GENTLEMAN DRIVER ANTONIO STAGNO (ALFA ROMEO GIULIA GTA) HA CONQUISTATO IL PODIO DI CATEGORIA NELL’ULTIMO ATTO DELLA SERIE TRICOLORE
Ufficio Stampa 11 Ottobre 2015

Cefalù (Pa) – Nonostante la pioggia battente e pur disponendo di pneumatici non adatti al fondo bagnato, Antonio Stagno, su Alfa Romeo Giulia Gta 1600 preparata da Tony Carrera e nei colori Island Motorsport, ha centrato il secondo gradino del podio del 1° Raggruppamento (modelli fabbricate dal 1931 al 1971) al termine della 2ª Cronoscalata del Santuario, appuntamento conclusivo della serie tricolore di specialità riservata alle auto d’antan, andato in scena a Cefalù, nel Palermitano.

«Ho affrontato la salita odierna con l’unico fine di tagliare ‘indenne’ il traguardo – ha spiegato Stagno – Un vero e proprio diluvio si è abbattuto lungo l’intero tracciato di gara. La mia vettura accusava serie difficoltà in uscita dai tornanti e le gomme, per nulla idonee a tali condizioni meteo estreme, non mi hanno permesso di competere ad armi pari contro avversari meglio equipaggiati».

Di conforto per l’esperto gentleman driver siciliano, d’altronde, sono stati i tempi fatti registrare nel corso delle due prove disputate il sabato, con asfalto asciutto. Stagno, infatti, ha dominato entrambe le sessioni tanto da essere l’unico della propria categoria, ovvero il Primo Raggruppamento, a completare la seconda e ultima manche con un riscontro cronometrico al di sotto degli otto minuti (7’56”96 per la precisione).

Classifica finale 2ª Cronoscalata del Santuario
1° Raggruppamento: 1. Pierluigi Fullone (Bmw 2002 TI) in 9’32”94; 2. Stagno (Alfa Romeo Giulia Gta) a 1’34”11; 3. Liani (Alfa Romeo Giulia Sprint) a 2’04”98; 4. Certisi (Mini Cooper S) a 2’06”82; 5. Gioè (Porsche 911/S) a 2’11”97; 6. Angilella (Lancia Fulvia Rally) a 3’37”04; 7. “Oiram” (Lancia Fulvia Zagato) a 3’41”69; 8. Lucà (Bmw 2002) a 6’48”89.

Cronoscalata del Santuario 2015