Scuderie

Formazione a tre per il team toscano al 47° Trofeo Vallecamonica

Ufficio Stampa Team CMS Racing Cars 26 Luglio 2017

In scena il 29 e 30 Luglio l’ottavo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna, con il 47° Trofeo Valcamonica Malegno Borno, la classica gara Bresciana cui l’anno passato ha visto protagonista il Team CMS Racing Cars, con la vittoria assoluta di Mirko Zanardini su Osella Pa2000 Evo2.

Oltre alla titolazione italiana, la Valcamonica avrà validità per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, Fia International Hill Climb Cup e gara per Auto Storiche.

In programma il sabato 29 le due manche di prove libere per poi passare alle due gare di domenica 30 Luglio.

Questo anno il Team Toscano si presenterà al via con tre piloti, tra cui Antonino Migliuolo O’Play debuttante nella categoria Sport Prototipi dopo la breve apparizione alla Cronoscalata Sarnano Sassotetto condizionata dal maltempo, si ripresenterà nuovamente al via con la biposto CMS 03 di categoria Cn2, con l’obbiettivo di continuare il suo apprendistato e macinare quanti più chilometri possibili. Ad affiancarlo ci sarà anche l’esperto pistoiese Guido Sgheri al volante della Porsche 997 Gt3 Cup e il driver piacentino Severino Gallini, rientrante nelle cronoscalate dopo la vittoria in circuito nel Master Tricolore Prototipi di questo anno sempre con il Team CMS. Severino in questa occasione sarà al volante della maestosa Lola Evo spinta dal famoso Judd V8 di categoria E2m 3000, massima categoria presente nel CIVM.

Il Team Manager commenta: “Ripresentarsi al via della Valcamonica è sempre un gran piacere, tracciato veramente molto bello e tecnico, in pratica sono due gare in una, con il primo tratto molto guidato e lento, per poi passare al tratto finale molto veloce con curvoni da 5′ e 6′ marcia. Il rientrante Antonino dopo il debutto più che positivo di Sarnano dovrà continuare il suo programma di approfondimento, la categoria Sport Prototipi è veramente molto professionale, un grande sfida per lui. Ma siamo convinti che in poche gare starà al passo con i driver più esperti. Per sgheri sarà la prima volta al via di questa gara quindi dovrà imparare tutti i punti di corda e ogni singolo metro di questa gara, mentre per il bravo Severino sarà più semplice dato che ha già preso il via vari anni alla Malegno anche se per questo anno sarà la prima gara in montagna per lui.”