Rechbergrennen 2016

Evitata la chicane alla Spiegelkurve della Rechbergrennen 2016

In risposta alle lamentele di molti piloti e spettatori, la curva denominata "Spiegelkurve" è stata protetta con l'aiuto di pareti in calcestruzzo.
Redazione 7 Aprile 2016

Grazie agli sforzi instancabili del leader dell’organizzazione Ehrenfried Seitinger è stata evitata la seconda chicane di rallentamento prevista.

Due settimane prima della gara sono stati posizionati 157 blocchi con una lunghezza totale di 550 m. In questo modo è stata messa in protezione sia la curva che lo spazio nelle vicinanze oggetto di parecchie discussioni nel passato.
I requisiti della FIA per il 2016 sono state completamente soddisfatte.

Con l’utilizzo di queste barriere, la sicurezza questo particolare punto del tracciato è ancora maggiore rispetto alla soluzione con la chicane ed il percorso gi gara rimarrà invariato tranne nella vecchia chicane BOXXENSTOP che passerà da due a tre elementi di rallentamento.
Rimarrà sotto i due minuti il tempo di percorrenza dell’intero percorso.

I lavori asfaltatura sul tracciato sono già stati completati. L’organizzazione della 45ª edizione della gara Rechenberg funziona a piena velocità.