61ª Monte Erice

Confermati i grandi numeri per 61ª edizione della Monte Erice

di Salvatore Morselli - 12 Settembre 2019
In trecento alla gara ericina, sono 208 le vetture moderne e 92 le storiche. Importanti varizioni agli orari della manifestazione.
Confermati i grandi numeri per 61ª edizione della Monte Erice

La signora “grandi numeri”. La 61a “Monterice”, gara valida quale decima prova del Campionato italiano velocità in montagna auto moderne, oltre che per quelle storiche, vede a 208 gli iscritti con vetture moderne, mentre 92 sono le vetture storiche. Numeri che hanno portato alla richiesta di una deroga, concessa, da Acisport. Ma sarà anche l’edizione più “rosa” in assoluto, con sette donne al via, da Gina Colotti tra le storiche su Fiat Abarth SE033, a Margherita Vezzosi (Peugeot 106 Racing Start Plus 1.4, a Caterina Cammarata, Produzione di Serie, su Peugeot 106 R-1400, a Silvia Stabile, produzione di serie su Renault Clio Williams 2000 preparata dal marito Giacomo Adragna, a Paola Pascucci,(Bmw mini 1600 T) e Deborah Broccolini Mini Cooper JCW nel gruppo E1 1600) alla giovanissima busetana, figlia d’arte, Martina Raiti sulla Osella PA 21-1600, mentre un tocco di internazionalità la danno cinque piloti maltesi ed uno svizzero, Fabien Bouduban, che salirà su Norma M20 FC. “È un record che non si registrata da almeno dieci anni – ha detto il presidente dell’Aci Trapani, Giovanni Pellegrino – e che gratifica l’impegno che in questi mesi abbiamo profuso per l’ottima risultata della gara. Il record di iscritti dimostra, altresì, l’interesse sportivo che moltissimi piloti provenienti da tutta Italia hanno per il percorso”. L’ufficialità del numero di iscritti è stata resa nota stamattina durante la conferenza stampa di presentazione della gara presso la sede Aci di Trapani, alla presenza del presidente Pellegrino, del sindaco di Valderice, Francesco Stabile (che quest’anno, per la prima volta, gareggia con una Renault Clio RS), del direttore Aci Trapani, Carmela Ricciardi e del direttore di gara Marco Cascino. Il Presidente Pellegrino ha ringraziato sia gli enti istituzionali coinvolti, a partire dalla Prefettura di Trapani, e i partners commerciali che hanno sostenuto la kermesse.Sarà un appassionante sfida a tre per la caccia al tricolore assoluto. Omar Magliona, il sardo della CST Sport che arriva in Sicilia da leader, deve difendere a denti stretti la testa della classifica al volante della Osella PA 2000 Honda, il campione in carica di gruppo E2SC è fiducioso nel lavoro svolto sulla biposto con il Team SaMo Competition. La lotta sarà dura contro due vetture ufficiali con due grandi piloti reduci dalla conquista ex aequo del titolo europeo: Christian Merli su Osella e Simone Faggioli su Norma. Merli è il vincitore del 2018 ad Erice, vittoria che contribuì decisamente alla conquista del primo titolo italiano per il trentino di Vimotorsport, che nel 2018 vinse anche il suo primo Europeo, appena bissato quest’anno sula versione EVO Zytek dell’Osella FA 30 dotata ufficialmente di gomme Avon. Alloro europeo numero 11 appena conquistato per il fiorentino 12 volte Campione Italiano Simone Faggioli, l’alfiere Best Lap che per la sua Norma M20 FC Zytek conta sul lavoro delle mescole Pirelli. I due proveranno, nelle tre gare che rimangono e che assegnano un punteggio con coefficiente 1,5, a recuperare il ritardo e provare a superare Magliona. A equilibrare in modo pericoloso la bilancia agonistica ci sarà il rientro in CIVM del catanese Domenico Cubeda su Osella FA 30 Zytek. Riflettori senz’altro puntati sul giovane marsalese Francesco Conticelli che al debutto ragusano è subito salito sul podio con la nuova Osella PA 30 Zytek, che userà per la prima volta nella sua Erice. Ma tra i giovani siciliani di spicco c’è anche un altro figlio d’arte, Samuele Cassibba, il ragusano della Catania Corse protagonista con l’Osella PA 21 Jrb spinta da motore Suzuki da 1000 cc, del tricolore riservato alle sportscar con motori moto dove leader è il veneto Federico Liber che sarà in Sicilia su Gloria C8P Suzuki da 1600 cc, mentre un altro tenace driver è il potentino Achille Lombardi su Osella PA 21 Jrb BMW 1000, al comando della classe ed in scia per il campionato. Lo start sia delle prove (il sabato) che della gara (la domenica), è stato anticipato alle ore 8. Il percorso verrà chiuso al traffico e al transito del pubblico alle ore 6. “Visto il record di partecipanti, sono state rafforzate le misure di sicurezza, ha spiegato il direttore di gara, Marco Cascino. I commissari di gara saranno 150, 8 ambulanze, 8 carri attrezzi e 3 mezzi veloci per il recupero”. La premiazione avverrà in piazza Sandro Pertini a Valderice, 45 minuti dopo l’apertura del parco chiuso.

Le interviste in conferenza Stampa
Le gare del Weekend
Cerca un Calendario in Archivio
Ultime Notizie

Cascata di 7 titoli alla Nissena per Faggioli tricolore, vittoria e record 65ª Coppa Nissena

Cascata di 7 titoli alla Nissena per Faggioli tricolore, vittoria e record

Gara 1 e record di Faggioli su Norma alla Coppa Nissena 65ª Coppa Nissena

Gara 1 e record di Faggioli su Norma alla Coppa Nissena

Via alle sfide tricolori della 65^ Coppa Nissena 65ª Coppa Nissena

Via alle sfide tricolori della 65^ Coppa Nissena

Motori in moto per i 200 verificati della 65ª Coppa Nissena 65ª Coppa Nissena

Motori in moto per i 200 verificati della 65ª Coppa Nissena