67ª Coppa Nissena

Simone Faggioli in pole alla 67ª Coppa Nissena

Il fiorentino 16 volte Campione Italiano sulla Norma M20 FC pronto a sferrare l’attacco nella gara organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta che chiude il Campionato Italiano Velocità Montagna. Duello per il 2° posto tricolore tra Degasperi e Lombardi, a sua volta in lotta con il siciliano Fazzino per la classe E2SC 2000. Franco Caruso, Francesco Conticelli e Samuele Cassibba tra gli isolani più in vista, mentre Miccichè, Di Caro, Lombardo e La Rocca tra i big di casa. Barbaccia, Piazza, Caristi e Avitabile primi attori delle storiche. Gare in streaming con diretta su ACI Sport TV (228 Sky) dalle 10.40.
AciSport 17 Settembre 2022

Caltanisetta – Scatta alle 9 di domani, domenica 18 settembre la 67^ Coppa Nissena. La gara organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, presieduto dall’avvocato Carlo Alessi, è round conclusivo del Campionato Italiano Velocità Montagna e vivrà la giornata più attesa, il clou delle celebrazioni per il centenario. Dalle 10.40 la diretta su ACI Sport TV (228 Sky) ed in streaming sui canali social.
Per la prestigiosa occasione del centenario è giunto a Caltanissetta anche il Presidente dell’Automobile Club D’Italia Angelo Sticchi Damiani, sempre molto legato all’isola ed alla sua spiccata passione per l’automobilismo.
Il Presidente AC Caltanissetta ha più volte sottolineato l’importanza del centenario, per la gara e per la città, dove l’evento vive in continua simbiosi, come evidenziato anche dal Sindaco Roberto Gambino.

Due salite di prova sui 5.430 metri da Ponte Capodarso al Villaggio Santa Barbara sulla SS 122, sono state l’anteprima delle sfide che assegneranno i punti dell’ultimo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Velocità Montagna, del penultimo del Trofeo Italiano Velocità Montagna sud, ottavo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche e Trofeo Salita Auto Storiche di Zona, dell’accesa serie tricolore “Le Bicilindriche”, penultima sfida del Campionato Siciliano Salita auto moderne e storiche.
Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek è stato il più efficace in prova e sulla biposto di gruppo E2SC ha ottenuto il miglior riscontro cronometrico di giornata in 2’04”58. Il fiorentino della Best Lap che ha appena conquistato il suo 16° titolo tricolore assoluto, ha finora vinto otto volte la gara siciliana, che ha voluto onorare con la sua presenza nell’importante edizione del centenario.
Sono tante le sfide che si preparano ad infiammare il pubblico presente e quello che seguirà in TV e sui social. Diego Degasperi ha affilato opportunamente le armi, al volante della Osella FA 30 il trentino della Vimotorsport, neo campione di gruppo E2SS, vuole il secondo posto in campionato assoluto e lo contende allo scatenato potentino e compagno di scuderia Achille Lombardi su Osella PA 2000 Honda, che dopo le prove lavora sulla biposto insieme ai tecnici NP Racing per risolvere qualche problema tecnico riscontrato. Doppia sfida per Lombardi, oltre a quella per il 2° posto tricolore il lucano per la classe E2SC 2000, deve contenere gli attacchi sempre più decisi del 23enne siracusano Luigi Fazzino, che sull’Osella PA 2000 turbo si è portato tra i big della serie ACI Sport. Ma a Caltanissetta ha mostrato i muscoli in prova ed è pronto all’affondo in gara il ragusano di lungo corso Franco Caruso, che sulla Nova Proto NP 01-2 è stato un ottimo interprete del tracciato, dove altri siciliani come l’etneo Luca Caruso su Norma M20 FC Honda, il marsalese Francesco Conticelli su Nova Proto NP 01-2 ed il comisano Samuele Cassibba su Nova Proto Sinergy, hanno ottenuto precisi riscontri con crono assolutamente simili.

Diego Degasperi – Foto di Manuel Marino

Tra i driver di casa sotto i riflettori il giovane Salvatore Miccichè, che su Osella PA 21 si è portato in primo piano in gruppo CN ed il giovanissimo Andrea Di Caro, che ha trovato feeling immediato con la Nova Proto Aprilia da 1150 cc del Team Faggioli. Anche Fabrizio La Rocca è un pilota di Caltanissetta che si è portato in evidenza in Racing Start Cup sulla Hyundai i30, dove si è profilato un avvincente duello con il salernitano Giovanni Loffredo che sulla Peugeot 308 desidera chiudere il campionato in modo entusiasmante. Parla siciliano il gruppo E1 dove il catanese Rosario Alessi su Peugeot 106 è apparso decisamente scatenato ma la sfida in gara sarà certa con il pilota di casa Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000 e Pietro Ragusa, che sulla Renault 5 GT mira al pieno di punti in classe 1600 turbo. Il catanese Angelo Guzzetta su Citroen Saxo ha prenotato la ribalta del gruppo Racing Start Plus, ma sono certamente in agguato i calabresi Roberto Megale su Peugeot 106 ed il cosentino Arduino Eusebio a cui su Citroen Saxo manca solo il traguardo per festeggiare tra le motorizzazioni aspirate e la coppa di classe. Angelo Loconte ha trovato una buona intesa col tracciato al volante della Peugeot 308, come ha fatto anche l’altro pugliese Marco Magdalone su auto gemella, ma si fa sempre più ostico per tutti il giovanissimo etneo Riccardo Cuscunà, anche lui sulla 308 francese del Leone.

Franco Caruso – Foto di Manuel Marino

Con il forfait improvviso del neo campione Angelo Mercuri, a puntare ai punti della “Bicilindriche” anche per la serie siciliana delle salite sarà il catanese Riccardo Viaggio che è stato il più proficuo in prova sulla Fiat 500, ma il centuripino Angelo Palazzo farà valere la sua esperienza, come Luigi Parello.
Tra i protagonisti della gara del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche subito in evidenza il pilota e preparatore palermitano Ciro Barbaccia che ha trovato in fretta ottime regolazioni per la Stenger BMW di 4° Raggruppamento. Anche l’altro palermitano Antonio Piazza su Lucchini Alfa Romeo Sport Nazionale si è candidato alle parti alte della categoria ed anche dell’ipotetica classifica assoluta. Saranno protagonisti a tutto campo anche i contendenti del 3° Raggruppamento dove spiccano il messinese Salvatore Caristi su Fiat 128 ed il campano di Palermo Francesco Avitabile sulla BMW 320. Non solo apparenza ma come sempre tanta sostanza arriva dall’Alfa Romeo Alfetta GTV del palermitano Quintino Gianfilippo, che ha prenotato un ruolo da primo attore in 2° Raggruppamento, come ha fatto Giuseppe Riccobono su BMW 2002 Ti in 1° Raggruppamento.