Scuderie
43ª Cividale Castelmonte

Sergio Farris e Angelo Marino di nuovo in gara alla 43ª Cividale Castelmonte

FARRIS TORNA ALL’OSELLA PA 2000 IN E2-SC, MENTRE MARINO RIPRENDE LA SUA MINI COOPER CON L’OBIETTIVO DELL’ASSOLUTO IN RACING START
Claudio Roselli 1 Ottobre 2020

Gli incidenti di Popoli e di Alghero non hanno frenato il carattere di Sergio Farris e Angelo Marino, i due portacolori della scuderia Speed Motor che saranno presenti alla 43esima Cividale-Castelmonte, tornata a essere tappa – la quinta stagionale – del Campionato Italiano di Velocità in Montagna 2020 dopo che per anni era stata prova del trofeo di specialità. La cronoscalata è in programma sabato 3 e domenica 4 ottobre sui 6395 metri di un tracciato non certo privo di insidie. Sergio Farris ha rispolverato per ora l’Osella Pa 2000 del team Dalmazia Motorsport e quindi sarà di nuovo in lizza nel gruppo E2-SC, come esattamente avvenuto nel 2019. “Avverto ancora qualche lieve acciacco come postumo della botta di Popoli – ha detto il pilota sardo – e contiamo per l’ultimo appuntamento del campionato di rimettere in piedi la Lola Fa 30, sulla quale si sta lavorando assiduamente. Nel frattempo, riprendo l’Osella Pa 2000: stessa macchina, ma con motore nuovo, rialzata e con altre migliorie tecniche che sono state apportate. Conosco la salita di Cividale per avervi gareggiato nel 2009 con una vettura formula e poi lo scorso anno, quando con l’Osella mi sono classificato terzo assoluto. Ringrazio Pasquale Scaramella del team Dalmazia Motosport per aver rinnovato la fiducia nei miei confronti”.

È invece la stessa Mini Cooper (classe 1.6 turbo) quella che in Racing Start avrà a disposizione Angelo Marino, fermato dall’imprevisto di Alghero dopo gli assoluti di gruppo conquistati a Gubbio e a Popoli: “L’auto è stata rimessa a posto dall’A.C. Racing Technology – ha ricordato il “driver” salernitano – per cui ci riprovo in un tracciato che affronto per la prima volta e che è molto selettivo. Proprio per questo motivo, sono partito con qualche giorno di anticipo alla volta del Friuli, in maniera tale da poterlo studiare nei dettagli, perché l’obiettivo è quello di tornare subito a lottare per il primato. La crono di Cividale è diventata un test decisivo per l’assegnazione del titolo”. Prove ufficiali in due sessioni sabato 3 ottobre dalle 9 in poi, stesso orario nel quale domenica 4 scatterà gara 1, con gara 2 a seguire.

Prossime gare in Calendario

pubblicita300


Cerca un Calendario