Cerca Cerca

Scuderie

Nono posto assoluto per Sergio Farris alla 64ª Coppa Nissena

COPPA DI CLASSE CONQUISTATA DAL PILOTA SARDO. VINCENZO OTTAVIANI E’ ANCORA SECONDO IN GARA 1, POI VIENE SQUALIFICATO ASSIEME AGLI ALTRI DUE PIAZZATI DOPO GARA 2, MENTRE MARIO TACCHINI E’ TERZO DI CLASSE NELLA RACING START

Claudio Roselli 24 Settembre 2018

Vittoria di classe nella 2500 del gruppo E2-SC, con conquista della relativa coppa, per Sergio Farris su Osella Pa 2000 alla 64esima Coppa Nissena, penultimo appuntamento del campionato italiano di velocità in montagna 2018. Per il sardo della Speed Motor, anche il nono posto assoluto e l’ingresso in quella top ten che a Erice era sfumato, grazie ai tempi di 2’12”41 in gara 1 e di 2’10”98 in gara 2, che relativamente a quest’ultima gli è valso l’ottavo posto, anche se poi tale non è stato nel computo complessivo, rimanendo sopra Samuele Cassibba per questione di 8 decimi. “Prendiamo la coppa di classe, che rimane pur sempre un titolo significativo, anche se dobbiamo continuare a lavorare sulla macchina, perché ci sono ancora margini da sfruttare”, ha detto un Farris a metà fra il soddisfatto e il meticoloso. Comunque sia, il suo ritorno nelle salite è stato più che positivo.

Mario Tacchini – Foto di Francesco Paolo Mazzara

È successo di tutto, tanto da arrivare a notte fonda, nella classe 1600 del gruppo N fra le tre Citroen Saxo in lizza per il primato: il cronometro ha dato ragione a Rocco Errichetti in entrambe le salite, davanti a Vincenzo Ottaviani della Speed Motor, che ha fatto registrare 2’47”42 al mattino (3”27 il suo ritardo) e 2’46”96 nel pomeriggio, avvicinandosi al diretto rivale, che ha peggiorato la sua prestazione, pur mantenendo 1”53 di vantaggio sull’abruzzese, ma alla fine ecco il colpo di scena: reclamo del terzo classificato, Eugenio Orlando, nei confronti di Errichetti e poi reclamo reciproco di Errichetti e Ottaviani. Orlando è stato trovato irregolare e anche Errichetti e Ottaviani sono risultati non a posto negli aspetti sui quali erano stati fatti oggetto di ricorso l’uno nei confronti dell’altro. Alla fine, dopo un lungo consulto fino alle ore piccole, la commissione ha squalificato tutti e tre relativamente a gara 2, confermando l’esito di gara 1 e quindi il secondo posto di Ottaviani, che vede sfumare un altro round in favore di Errichetti. A regalare un sorriso al team di Gubbio è stato infine Mario Tacchini su Mini Cooper, terzo classificato nella classe 1.6 turbo della Racing Start dietro le Bmw Mini Cooper di Agostino Scaffidi e Annamaria Fumo: 2’58”34 e 2’56”42 i tempi del bergamasco.


Cerca un Calendario in Archivio