Piloti

Mancin apre la campagna austriaca da secondo

Il portacolori della scuderia Mach 3 Sport brilla con la piccola Saxo nella classe riservata alle vetture di 2000 cc preceduto dalla sola 306 dell'austriaco Ritzberger.
Ufficio Stampa 29 Aprile 2015

Rivà (Ro) – Michele Mancin parte con il piede giusto per la nuova avventura targata 2015 che lo vedrà impegnato nell’Austrian Hill Climb Championship.
In quello che viene considerato dagli addetti ai lavori come uno dei campionati nazionali di maggior rilievo in ambito europeo per il settore delle cronoscalate il driver di Rivà, in gara come di consueto per i colori di Mach 3 Sport, ha messo in campo tutta la propria esperienza riuscendo a chiudere al secondo posto di classe A2000, su un totale di sei partenti, con un passivo di poco più di due secondi dalla Peugeot 306 del locale Ritzberger.
Così va in archivio il primo round della serie, la quarantatresima edizione della Cronoscalata Rechberg – Rennen, che purtroppo sarà ricordata per il gravissimo incidente costato la vita al pilota ceco Kramsky, in gara con una Reynard formula 3000, durante la prima sessione di prova.
In seguito al grave lutto la direzione di gara decideva quindi di interrompere le prove del Sabato e di rimandare tutto al giorno seguente convertendo gara 1 come ulteriore manche di prova.

“Siamo tutti vicini e vogliamo porgere le più sentite condoglianze ai familiari di Kramsky” – racconta Mancin – “perchè pur essendo tutti noi consapevoli dei rischi che corriamo ci rendiamo conto di quanto sia duro il dolore da vivere quando eventi di questo tipo si verificano”.

Da una giornata di prove, quella del Sabato, baciata da uno splendido sole si arrivava ad una Domenica dove l’incertezza meteo diventava la vera protagonista rendendo difficile la scelta delle coperture e del setup per l’unica manche di gara in programma.
Ed è proprio in questi frangenti che l’esperienza del due volte tricolore CIVM si è fatta sentire con la Citroen Saxo che marciava come un orologio svizzero andando a conquistare la seconda piazza nella classe riservata alle vetture di 2000 cc nell’ambito del gruppo A.
La minore cavalleria della trazione anteriore francese ha comunque permesso a Mancin di battagliare per le posizioni di vertice della classifica del campionato europeo che lo ha visto giungere al quinto posto dell’assoluta preceduto unicamente da quattro Mitsubishi Lancer.

“È innegabile dire che la mancata sessione di prova non sia stata un vantaggio per noi” – aggiunge Mancin – “ma con lo staff di Mach 3 Sport abbiamo svolto un ottimo lavoro che ci ha permesso di trarre il massimo da ogni situazione e di portare a casa i primi punti di campionato. Aver dimostrato ancora una volta che con la nostra piccola ma arrembante Saxo possiamo stare al passo di vetture ben più potenti e di piloti profondi conoscitori della serie è fonte di orgoglio per il nostro operato. Siamo rimasti impressionati dalla quantità di pubblico presente e dall’ambiente molto amichevole che abbiamo incontrato qui in Austria. Dopo l’esperienza della scorsa stagione abbiamo la fortuna anche quest’anno di relazionarci con persone di svariate nazionalità europee ed è davvero molto significativo vivere queste opportunità”.

Rechbergrennen 2015

Le Gare del Weekend

Prossime Gare in Calendario

Ultime Gare Effettuate

20 Settembre 2020

13 Settembre 2020

13 Settembre 2020


Cerca un Calendario in Archivio

Se vuoi restare aggiornato metti
“Mi piace”
nella pagina Facebook