60ª Cronoscalata Svolte di Popoli

Le Svolte di Popoli celebrano la 60ª edizione in CIVM

Nono round di Campionato Italiano Velocità Montagna in Abruzzo nella città delle acque dal 12 al 14 agosto. 166 iscritti Tra cui spiccano il recordman 2020 Faggioli su Nova Proto 2000 V8, Marino su Seat vincitore nel 2021, Di Fulvio (2012) su Osella e Iaquinta (2003) su Lamborghini. Le due gare live streaming ed in diretta su ACI Sport TV (228 Sky)
AciSport 10 Agosto 2022

Popoli (PE) – Il Campionato Italiano Velocità Montagna torna in Abruzzo in occasione della 60^ Svolte di Popoli. La gara organizzata dall’omonima associazione con il supporto dell’Automobile Club Pescara, è valida quale nono round di Campionato Italiano Velocità Montagna e per il Trofeo Italiano Velocità Montagna centro, conta 166 iscritti e per celebrare la prestigiosa ricorrenza è tornata alla sua data tradizionale del ferragosto, per cui si svolgerà dal 12 al 14 agosto. Un fine settimana di piena estate alla scoperta dell’Abruzzo e delle sue ricchezze naturali con i suoi fiumi, i suo boschi e la sua ricca fauna. Il pubblico sarà nuovamente il grande protagonista, per assistere alla gara sul percorso, sono disponibili i biglietti anche on line.

Immutato il percorso di gara sulla SS 17 dell’Appennino Abruzzese, proprio nel tratto che comprende il luogo reso famoso da una celebre foto del grande Alberto Sordi. Un percorso molto vario e selettivo da 7,530 Km che dalla Contrada Canapine alle porte di Popoli, sulle rive del Fiume Pescara, arriva 475 metri più in alto, addirittura in provincia dell’Aquila, presso il bivio di San Benedetto in Perillis, coprendo una pendenza media del 6,30%.
La caratteristica località pescarese è in fermento in vista del tradizionale evento sentito dall’intero comprensorio. Il programma del fine settimana entrerà nel vivo venerdì 12 agosto con le operazioni di accredito e le verifiche delle vetture dalle 10 alle 19.30, quando si conoscerà il numero dei partecipanti ammessi al via delle ricognizioni. Due manche di salita sabato 13 agosto a partire dalle 9.30, per permettere ai concorrenti di prendere opportuna familiarità col tracciato al volante delle auto da gara. Sempre alle 9.30 di domenica 14 agosto, il Direttore di Gara Fabrizio Fondacci e l’aggiunto Roberto Bufalino, daranno il via alla prima delle due gare della 60^ Svolte di Popoli, con partenza alla fine dei concorrenti del CIVM, a cui seguirà la seconda, dove i concorrenti del tricolore partiranno per primi. L’evento sarà trasmesso in live streaming sui social del Campionato @CIVelocitaMontagna e @ACISportOfficial, le gare del CIVM anche in diretta su ACI Sport TV (228 Sky).

Ha fatto poker di vittorie nel 2020 Simone Faggioli, quando il fiorentino sulla Norma ha firmato il record in 5’53”76, con miglior tempo di salita in 2’56”28. Adesso il pluri campione della Best Lap e leader del Tricolore torna in Abruzzo per proseguire lo sviluppo della Nova Proto NP 01 spinta da motore Synergy V8 da 2000 cc. La nuova biposto di costruzione francese usata finora solo in Croazia da Faggioli, per i primi test in gara. Sarà pari cilindrata da 2000 cc l’Osella PA 2000 Honda con cui il potentino di Vimotorpsort Achille Lombardi è 2° in CIVM e saldamente al comando della classe 2 litri delle biposto E2SC, con grande desiderio di essere protagonista anche a Popoli. Cerca la risalita nella classifica assoluta il trentino Diego Degasperi sull’Osella FA 30 Zytek, monoposto con la quale il tenace driver è in testa al gruppo delle monoposto E2SS, tra cui si contano le presenze del padrone di casa Vincenzo Ottaviani, sempre più a suo agio sulla Wolf GB 08 Thunder con motore Aprila, ed anche del marchigiano Adriano Vellei su Gloria Suzuki. Su Osella PA 30 Zytek c’è l’abruzzese Stefano Di Fulvio, il vincitore della gara nel 2012, che già si è ben messo in evidenza a Sarnano e con il podio ottenuto a Rieti. Il siciliano Franco Caruso vuole una conferma anche a Popoli al volante della Nova Proto NP 01-2 con cui continua ad essere protagonista di vertice ed avversario temibile per tutti. Gli attacchi alla classe 2000 arriveranno certamente dalle Osella con motore Peugeot turbo, quella del giovane siracusano Luigi Fazzino e quella dell’esperto pugliese di Fasano Francesco Leogrande, che ritrova dopo alcuni interventi effettuati dal Team Catapano. Nella stessa classe torna anche il calabrese Dario Gentile su Osella PA 2000, come il campano Luigi Sambuco, che continua lo sviluppo sulla PA 2000 che cura la sua factory, ma ostica per tutti la presenza del lucano Saverio Miglionico, che sa essere pungente sull’Osella PA 21 in versione E2SC. Tra le sportscar con Motore Moto, occasione propizia per il pugliese Giovanni Lisi per avere le conferme sempre più cercate al volante dell’Osella PA 21 Suzuki 1.4, ma il fasanese dovrà fronteggiare l’esperienza del calabrese Francesco Ferragina su Elia Avrio con stesso motore 1.4 Suzuki, poi rilancia la sfida il trentino Filippo Golin che già al Nevegal ha dimostrato l’efficace feeling trovato con l’Osella PA 21 Jrb BMW da 1000 cc.. Dalla non lontana Frosinone arriva a Popoli il leader del gruppo CN Alberto Scarafone, che mira ad ipotecare il titolo di categoria con l’Osella PA 21 curata da Paco 74 Corse, ma Popoli ha molte insidie che conoscono anche l’umbro Daniele Filippetti su Ligier ed il veneto Alessandro Gromeneda su Osella.

Le silhouette del gruppo E2SH offriranno un duello di vertice nuovamente tra le Alfa 4C, la MG 01 Furore Judd del leader teramano Marco Gramenzi e la versione turbo con motore Picchio dell’ascolano Alessandro Gabrielli, che vuole un riscatto dalla sorte avversa. A fare da ago della bilancia il bolognese Fulvio Giuliani sulla estrema Lancia Delta EVO, che spera di aver superato tutte le noie finora accusate, cosa che ha fatto il maceratese Abramo Antonicelli su BMW M3.
In gruppo GT il foggiano dell’AB Racing Lucio Peruggini arriva saldamente da leader sulla Ferrari 488, ma il calabrese Rosario Iaquinta al volante della Lamborghini Huracàn non solo ha tanta esperienza sul tracciato, ma ha anche vinto la gara nel 2003. Altra Huracàn della casa di Sant’Agata Bolognese per il pugliese Francesco Montagna, mentre tre le super car sul fronte Porsche, la 997 GT3 del campano Gabriele Mauro, le 991 con cui esordirà il palermitano Matteo Adragna e quella di Roberto Tarquini. Tommaso Colella ha confermato la Ferrari 430. Altra categoria dalla estrema preparazione è il gruppo E1 dove comanda il calabrese Giuseppe Aragona, che trova sempre maggiori conferme dalla nuova Volkswagen Golf motorizzata Audi, di cui il driver della Piloti per Passione cura lo sviluppo. Nella classe regina da oltre 3 litri anche l’ascolano Amedeo Pancotti a caccia di punti TIVM sulla BMW M5, dopo lo stop forzato nella sua Ascoli. In cerca di nuovi punti non solo per la 1.6 turbo, il pugliese Vito Micoli su Renault 5 GT, mentre rientra il campano Giuseppe D’Angelo sulla generosa Renault Clio di classe 2000, mentre in classe 1600 l’assenza del leader Regis, lascia spazio alla rimonta del siciliano Antonio Fichera su Peugeot 106. Per il gruppo A, Rudi Bicciato torna a Popoli, dall’Alto Adige, dopo aver lavorato sulla Mitsubishi Lancer per risolvere le noie che lo hanno ultimamente rallentato e con l’intento di risalire la corrente, come farà il conterraneo Elmar Gschnell sulla Honda Civic per la classe 2000. Nuovo confronto da classi diverse per il gruppo N dove la trentina Gabriella Pedroni cerca l’allungo anche per la classifica in rosa, sempre sulla fidata MItsubishi Lancer, ma il pugliese Giovanni Angelini non molla e con la sua Honda Civic è sempre in scia e pronto all’attacco.

Nell’effervescente Racing Start Plus Cup è in testa il salernitano Angelo Marino su Seat Leon. L’alfiere della Speed Motor ha vinto la gara nel 2021 su Osella ed ora ha scommesso sulla emozionante auto da turismo in arrivo dalla pista. Farà valere la sua esperienza sull’impegnativo tracciato anche l’altro salernitano della scuderia umbra, il poliziotto Giovanni Loffredo sulla Peugeot 308 da 1.6 cc, per lui Popoli fu gara d’esordio ed è un appuntamento immancabile. Occorre migliorare il feeling con la Peugeot 308 invece per il pugliese Giuseppe Cardetti, mentre sempre più incisivo è l’esperto partenopeo Piero Nappi sull’Audi RS3 LMS appena arrivata dalla pista. Esordio su Renault Clio Cup per l’ascolano Giovanni Cuccioloni dopo le esperienze in gruppo A. Vito Tagliente dopo i recenti successi sulla Peugeot 308 è in vantaggio in gruppo Racing Start Plus, ma il tarantino non può abbassare la guardia contro il fasanese Giacomo Liuzzi sempre pungente sulla MINI quando non deve fare i conti con la sorte avversa. Per le auto aspirate il calabrese Arduino Eusebio è davanti a tutti con la Citroen Saxo di classe 1.6, ma il fasanese Francesco Perillo si avvicina pericolosamente con la sua adesso perfetta Honda Civic. In classe 1.6 sempre più in evidenza si è portato il messinese Salvatore Venuti su Peugeot che è attualmente 2° di classe e 3° di categoria. In classe 1.4 sarà l’altoatesino Dietmar Gschnell a cercare punti utili verso la vetta sulla Peugeot 106. Prova di spareggio per la Racing Start, dove tra le auto turbo benzina fino a 1650 cc della RSTB, si contenderanno il primato due Fasanesi: Angelo Loconte su Peugeot, l’alfiere Epta Motosport con un conto aperto col tracciato abruzzese; poi Oronzo Montanaro su MINI, punta della Fasano Corse e con il maggior numero di affermazioni tra le auto di serie. Marco Magdalone, altro agguerrito pugliese, è reduce dal successo al Nevegal sulla Peugeot 308 e sarà sicuro ago della bilancia. In RS la tarantina Anna Maria Fumo ha occasione di rimonta sulla MINI turbodiesel, mentre in tra le auto aspirate è in testa Francesco Paolo Cicalese che cercherà l’allungo su Honda Civic e sarà acceso il confronto tra giovani in classe 1600 dove l’orvietano Leonardo Leonardi su Peugeot 106 è primo, davanti al padrone di casa Claudio Pio su Citroen Saxo, vetture uguali nell’ordine per Leonardo Angelucci e Cosimo Laghezza, entrambi protagonisti della numerosa classe. In 1400 il calabrese Francesco Salvatore Mondino su Peugeot è caparbiamente in testa sulla Peugeot 106 che cura personalmente, mentre insegue il milanese Emanuele Raul Giora su Volkswagen Polo, ma potrebbe attaccare una posizione da podio Franco Galiè anche lui su Peugeot.

Classifica Gruppi CIVM dopo 8 gare:
Assoluta: 1 Faggioli 155; 2 Lombardi 80; 3 Degasperi 74; 4 Caruso 66; 5 Scola 43.

“Bicilindriche”
Gr. 2: 1 Cuoco 27,5; 2 Mercuri G. 17,5; 3 Guarini 15.
Gr 5: 1 Mercuri A. 53,5; 2 Pastore 38; 3 Coppola 37,75.

Racing Start RS: 1 Raffetti 197,5; 2 Cicalese 135,5; 3 Peressutti 129,5.
RSTB: 1 Montanaro e Loconte 220; 3 Ammirabile 154; 4 Magdalone 140.
Rs Plus Aspirate: 1 Eusebio 156; 2 Perillo 141; 3 Venuti 118.
Rs Plus Turbo: 1 Tagliente 270,5; 2 Liuzzi 169; 3 Perillo 109.
Rs+ Cup: 1 Marino 188; 2 Loffredo 162,5 3 Cardetti 158.
N: 1 Pedroni 187,5; 2 Angelini 165,5; 3 Fusaro 97.
A: 1 Nadalini 100,5; 2 Bicciato 70; 3 Adami 61.
E1: 1 Aragona 202; 2 Regis 108,5; 3 Micoli 95.
E2SH: 1 Gramenzi 232; 2 Gabrielli 154; 3 Ghirardo 107.
GT: 1 Peruggini 215; 2 Iaquinta 191; 3 Artuso 105.
CN: 1 Scarafone 252; 2 Capucci 179; 3 Nivola 92.
E2SS: 1 Degasperi 230; 2 Gregori 106,5; 3 Schena 75,75.
E2SC: 1 Faggioli 310; 2 Lombardi 214; 3 Caruso 162,5.
E2SS-E2SC Motori Moto: 1 Maroni 155; 2 Ferretti 47; Schena 38.
Trofeo Under 25: 1 Fazzino 39,5; 2 Leonardi 28; 3 Sertori 25,5.
Coppa Dame: 1 Pedroni 190; 2 Fumo 158,75; 3 Broccolini 25.