6ª Salita Storica Monte Erice

La 6ª Salita Storica Monte Erice pronta ai verdetti

La gara organizzata dall’Automobile Club Trapani emetterà i verdetti del 7° appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche che scatterà alle 8 di domani, domenica 19 settembre. Caliceti su Osella in pole con Massaglia pronto al duello, Mannino su Porsche spicca in 2° raggruppamento, come Caristi su Fiat 128 in 3° e Nocentini su Chevron in 1°
AciSport 18 Settembre 2021

Erice (TP) – La 6ª Salita Storica Monte Erice dopo le ricognizioni è pronta ad emettere i verdetti del 7° e terzultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche. Teatro delle sfide di gara i 5.730 metri dell’affascinante ed insidioso tracciato che si staglia su un panorama mozzafiato tra mare e verde di campagne e montagne dell’entroterra trapanese.

Scatterà alle 8 di domani, domenica 19 settembre la prima delle due salite della gara organizzata dall’Automobile Club Trapani.

Ottima interpretazione del tracciato da parte del neo Campione Italiano di 4° Raggruppamento Filippo Caliceti. la punta della Bologna Squadra Corse alla sua seconda volta ad Erice mira dritto al primato in gara, dopo due manche di ricognizione dove ha affinato le regolazioni della sempre incisiva Osella PA 9/90 BMW. Gli attacchi arriveranno certamente da parte del piemontese Mario Massaglia, anche lui sulla Osella PA 9/90. Ottime prove anche per il palermitano Ciro Barbaccia su Paganucci C3, mentre il milanese Walter Marelli su Osella PA 9/90 è ancora un pò in debito di familiarità col tracciato. Proficue le prove del driver e preparatore palermitano Domenico Guagliardo in gara test sulla BMW M3. Per il 3° Raggruppamento il preparatore messinese Salvatore Caristi su Fiat 128 ancora una volta ha prenotato il ruolo di primo attore, anche se bene in evidenza si è portato Gaetano Palumbo e Antonio Piazza sulle Fiat X1/9 in verSione silhouette. Prove decisamente convincenti per il bravo palermitano della Ro Racing Natale Mannino che ha trovato immediata intesa con le regolazioni della Porsche Carrera curata da Guagliardo, mentre ha preso confidenza con la strada il modenese neo Campione italiano di raggruppamento Idelbrando Motti, anche il pilota modenese su Porsche Carrera. Altro neo Campione in carica è il fiorentino Tiberio Nocentini su Chevron B19 Cosworth, l’alfiere del Team italia che molto legato alla gara ericina che fu la sua prima gara su Lancia Delta e che ora si candida al successo. Anche il ternano Angelo De Angelis pronto a guadagnare ulteriori punti per la classe 1600 sulla ammirata Nerus Silhouette. Per le auto turismo del più “datato” dei raggruppamenti Massimiliano Russo sulla BMW 2002 si è messo in evidenza in prova

Emozioni e sfide coinvolgenti sono garantite nelle due gare della gara siciliana che vanta una cornice di panorama tra le più esclusive.