Scuderie

Il Team Superchallenge scala il campionato ad Erice

Ragazzi e Artuso si avvicinano alla vetta

Elisa Fais 27 Ottobre 2020

Padova – Il team Superchallenge scala la vetta del Campionato Italiano Velocità Montagna. Uno degli scenari più suggestivi della provincia di Trapani ha fatto da cornice alle brillanti prestazioni messe a segno dai due piloti padovani a bordo delle Ferrari 458 e 488 Challenge. Doppia vittoria per Stefano Artuso in classe GT Cup, primo e secondo posto per Roberto Ragazzi in GT Super Cup, alla 62esima edizione della gara Monte Erice.

Artuso ha abbassato di quasi tre secondi il suo miglior riferimento sul percorso della salita siciliana, siglando un ottimo 3’28.52 nella seconda manche con la Ferrari 458 Challenge. Anche Ragazzi con la più performante 488 Challenge ha primeggiato in gara 2 con un tempo di 3’28.49. In un weekend caratterizzato da condizioni difficili, con umidità e leggera pioggia, Artuso e Ragazzi hanno interpretato al meglio la gara supportati – rispettivamente – da pneumatici Yokohama e Avon. La cronoscalata Monte Erice, dal 1988, si articola lungo cinque chilometri e 890 metri. Si parte da quota 280 per arrivare a quota 682, con un dislivello di 402 metri e pendenza media del 6,8%.

Stefano Artuso

Ora sale l’attesa per la battuta finale del Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM), con il “Trofeo Silvio Molinaro” disputato in provincia di Cosenza sul tracciato della strada provinciale 248 tra Luzzi e l’Abbazia Cistercense di Sambucina. L’appuntamento di chiusura è atteso per domenica 15 novembre. «Nelle due manche di gara della Luzzi Sambucina si deciderà il campionato – afferma Roberto Ragazzi -. Nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso, Aci Sport e tutti gli organizzatori delle gare hanno fatto un ottimo lavoro. Il calore del pubblico ci è mancato, ma l’emozione delle salite è rimasta viva e forte».

Grazie alle due vittorie di domenica il driver Artuso è in testa alla classifica CIVM in classe GT Cup, con un vantaggio sull’avversario Gabriele Mauro di 5,5 punti. Ragazzi mantiene il vantaggio di 4,75 su Maurizio Pitorri. «L’ultimo round si gioca in Calabria, ma le premesse sono ottime – dichiara Stefano Artuso -. E’ sempre una soddisfazione vedere che impegno e passione vengono ripagati dai risultati». I due piloti padovani, già detentori della coppa GT Super Cup 2019 e GT Cup 2019, cercheranno in Calabria la riconferma del titolo.


Cerca un Calendario