Karting

Il Circuito di Siena ha assegnato i primi tre titoli italiani karting in KZN. Avvincenti le altre finali IAME X30 e Rok

I campioni italiani della KZN: Edoardo Tolfo nella KZN Junior, Alessandro Cavina nella KZN Under, Andrea Spagni nella KZN Over. Gran bei duelli anche nella altre finali della terza prova dei Campionati Italiani Junior e Senior della IAME X30 e Rok.
ACI Sport Karting 14 Settembre 2020

Castelnuovo Berardenga (Siena) – Intenso weekend di gare al Circuito di Siena per la terza tappa del Campionato Italiano ACI Karting, vissuto da un forte agonismo nella giornata conclusiva che ha visto in pista i finalisti dei 233 piloti iscritti all’evento che fra l’altro ha laureato i primi campioni italiani della stagione.

Le tre categorie dove sono stati assegnati i titoli Tricolore sono state quelle della KZN per la prova unica delle classi Junior, Under e Over. Questo appuntamento di Siena ha rappresentato anche il terzo round delle due categorie IAME X30 Junior e X30 Senior, e il primo round per le due categorie Rok Junior e Senior. In gara anche le due Mini Rok e Super Rok per la Rok Cup Italia.

Edoardo Tolfo Campione Italiano nella KZN Junior.
Nella KZN Junior è stato il vicentino Edoardo Tolfo (FD Motors/Praga-TM) ad aggiudicarsi la gara finale e pertanto il titolo italiano della categoria riservata ai piloti da 15 a 25 anni. Tolfo dopo essersi imposto nelle manche di qualificazione di sabato, ha lasciato al suo più accreditato rivale, Matteo Del Vecchio (Renda Motorsport/BirelART-Vortex), solamente il successo nelle prove di qualificazione e nella Prefinale. In Finale invece Tolfo è ben presto passato al comando senza più mollare la testa della corsa, facendo segnare anche il giro più veloce. Del Vecchio si è classificato in scia al secondo posto, mentre la terza posizione sul podio l’ha guadagnata Mattia Giannini (Oracle/Maranello-TM) concludendo una bella rimonta.
Classifica finale KZN Junior: 1. Tolfo; 2. Del Vecchio; 3. Giannini; 4. Pastorino; 5. Lucini.

Nella KZN Under domina Alessandro Cavina.
La KZN Under ha vissuto sul dominio del bolognese Alessandro Cavina (Parolin-TM), successo ottenuto fin dalle manche di qualificazione e poi confermato in Prefinale e in Finale. In seconda posizione ha concluso un ottimo Nicola Gnudi (Maranello/Maranello-TM), in rimonta nelle manche e in Prefinale, davanti a un altrettanto valido Riccardo Nalon (ErreEsse/Parolin-TM) che si è prodotto in un’ottima gara. Nota di merito per Emanuele Simonetti (Sodikart-TM) autore della pole position ma sfortunato nelle manche e in Prefinale, ha poi rimontato 24 posizioni concludendo nella top-ten.
Classifica finale KZN Under: 1. Cavina; 2. Gnudi; 3. Nalon; 4. Cittadini; 5. Dondi.

Andrea Spagni sorprende tutti in KZN Over.
Nella KZN Over alla fine è stato il modenese Andrea Spagni (Modena Kart/BirelART-TM) a imporsi, per la seconda volta Campione Italiano. Spagni ha saputo sfruttare la sua esperienza proprio in finale, dove è riuscito a balzare subito al comando e a condurre in testa fino al traguardo, inseguito dall’altro due volte campione italiano Sauro Cesetti (Maranello/Maranello-TM) in una volata persa solo per 54 millesimi di secondo. Claudio Tempesti (Red Race/Praga-TM), vincitore delle manche, si è piazzato buon terzo sul podio. Sebastiano De Matteo (Sodikart-TM) vincitore della Prefinale, è stato costretto al ritiro in Finale.
Classifica finale KZN Over: 1. Spagni; 2. Cesetti; 3. Tempesti; 4. Profico; 5. Tonoli.

Al Dhaheri e Scognamiglio i due vincitori della IAME X30 Junior.
Nella prima delle due finali della X30 Junior, è stato il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (Ippoliti/Parolin-Iame) a vincere la gara dopo essersi imposto in prova e anche nelle manches. In Gara1 alle spalle di Al Dhaeri si è piazzato un eccellente Rocco Mazzola (PRK/Tony Kart-Iame) in rimonta da inizio weekend per non aver potuto effettuare le prove di qualificazione. Terzo ha concluso Matteo Luvisi (Newman Motorsport/Tony Kart-Iame), mentre il capoclassifica Manuel Scognamiglio (Gamoto/Tony Kart-Iame) si è piazzato ottavo in rimonta dopo un testacoda a seguito di un contatto. Proprio Scognamiglio è stato protagonista in Gara2 grazie alla griglia invertita, è scattato in testa e a concluso con la vittoria inseguito da Al Dhaheri in rimonta, mentre Mazzola è salito ancora sul podio con il terzo posto.

Nella IAME X30 Senior prosegue il duello fra Comanducci e Carenini.
Vittoria sul filo del millesimo di secondo per il capoclassifica Cristian Comanducci (PRK/Tony Kart-Iame) della IAME X30 Senior, vincitore delle manches e autore di una bella prova in Gara1, insidiato fin sul traguardo da Danny Carenini (Autoeuropeo/Tony Kart-Iame), secondo a 46 millesimi. Terzo posto per Carlo Aldera (TBKart/TBKart-Iame), con Vittorio Maria Russo (Team Driver/KR-Iame) quarto e Erika Lavazza (PKT/Kosmic-Iame) quinta. In Gara2 Carenini è riuscito a recuperare per la griglia invertita fino a ottenere il successo, davanti a Mattia Ingolfo (Team Driver/KR-Iame) e a Alessandro Lizio (T Motorsport/Tony Kart-Iame). Costretto al ritiro invece Comanducci nella parte finale alla ripresa dopo un regime di slow.

Riccardo Iannello su tutti nella Rok Junior.
Nella prima prova della Rok Junior, Riccardo Iannello (KGT/Tony Kart-Vortex) domina la scena vincendo tutto, dalle prove di qualificazione alle manche e a tutte e due le Finali. In Gara1 Iannello ha preceduto Davide Larini (Tony Kart-Vortex) che ha eredito la posizione grazie alle penalità inflitte ai due piloti di Zanchi Motorsport, Antonio Pio Abbate e Andrea Ladina, terminati rispettivamente terzo e quarto. In Gara2 Iannello si è imposto ancora recuperando dall’ottava posizione per la griglia invertita, vincendo su Abbate e su Leonardo Megna (Zanchi/Tony Kart-Vortex). In campionato conduce Iannello con 99 punti, Abbate è secondo con 69.

Molinari e Gaglianò conquistano le due finali della Rok Senior.
Nella Rok Senior sugli allori salgono Giorgio Molinari (Exprit-Vortex) e Giuseppe Gaglianò (New Technology/KR-Vortex), rispettivi vincitori delle due finali. In Gara1 Molinari ha preceduto Gaglianò e David Locatelli (Tony Kart-Vortex), che si era fatto valere nelle manches. In Gara2 è stato invece Gaglianò a conquistare la vittoria nonostante la griglia invertita di partenza, con Locatelli al secondo posto ad appena 2 decimi di distacco. Ottima terza ha concluso la svizzera Tanja Muller (New Technology/KR-Vortex). Molinari si è piazzato sesto. In campionato è salito al comando Gaglianò con 84 punti su Molinari con 75.

Rok Cup Italia.
Nella altre due doppie gare valide per la Rok Cup Italia, nella Mini Rok hanno vinto le due finali l’australiano Griffin Peebles (AV Racing/Parolin-Vortex) e Filippo Parmeggiani (Racing Kart Dubai/Tony kart-Vortex), mentre nella Super Rok si è imposto in tutte e due le finali Domenico Cicognini (Flowers Racing/Intrepid-Vortex).

Prossimo appuntamento il 27 settembre sul circuito Adria Karting Raceway (Rovigo).
Tutte le classifiche nel sito www.acisport.it/it/CIK/home


Le Gare del Weekend

Prossime Gare in Calendario

Ultime Gare Effettuate

20 Settembre 2020

13 Settembre 2020

13 Settembre 2020


Cerca un Calendario in Archivio


Se vuoi restare aggiornato metti
“Mi piace”
nella pagina Facebook