Scuderie

I piloti Speed Motor delle vetture sport nelle prove del Trofeo Fagioli

PROVE UFFICIALI DEL 55ESIMO TROFEO “LUIGI FAGIOLI”: FRA LE VETTURE SPORT, MICHELE FATTORINI E SERGIO FARRIS PRENOTANO I POSTI NELLA “TOP TEN” (E FORSE ANCHE NELLA “TOP FIVE”), MENTRE PER LUCA BAZZUCCHI E ALESSANDRO ALCIDI L’OBIETTIVO E’ IL PRIMO POSTO DI CLASSE. IN CN, GIANNI URBANI INTENZIONATO A CONTRASTARE LA LEADERSHIP DI ROSARIO IAQUINTA
Claudio Roselli 22 Agosto 2020

GUBBIO – È di Michele Fattorini il miglior riscontro cronometrico di manche delle prove ufficiali, fra i piloti della Speed Motor, nella 55esima edizione del trofeo “Luigi Fagioli”, seconda tappa del campionato italiano di velocità in montagna 2020. Nella seconda sessione, il 30enne pilota di Porano – al volante dell’Osella Fa 30 – ha coperto i 4150 metri del tracciato Gubbio-Madonna della Cima in 1’42”03, dopo che nella prima si era limitato a un 1’49”67 e nella classifica del pomeriggio è al sesto posto assoluto e quinto sia in E2-SS che in classe 3000.

“Dopo aver appena rimesso in piedi la vettura – ha spiegato Fattorini – era normale che la prima salita fosse una sorta di passeggiata. Prima della seconda, abbiamo eseguito alcuni ritocchi, perché a Gubbio una strada così scivolosa non c’era mai stata, ma in vista di domani dobbiamo sistemare qualcos’altro a livello di messa a punto. Quelle di oggi sono state prove sotto tutti i punti di vista e domani monteremo anche le gomme nuove”.

Immediatamente dietro Fattorini, c’è Sergio Farris con la Lola Fa 30 del team Dalmazia, che ha impiegato 1’48”93 in mattinata e 1’47”03 nel pomeriggio. Come sempre molto abbottonato nei giudizi il “driver” sardo: “Debbo prendere fiducia ed eliminare le mie indecisioni di oggi – ha detto Farris – perché per il resto la macchina è perfetta”. Favorito per la conquista del primo posto nella classe 2000 è l’eugubino Luca Bazzucchi su Formula Renault, autore di una manche iniziale in sordina (1’58”23) e di una seconda decisamente migliore, conclusa in 1’53”58.

Sergio Farris

“Stamani ero deluso di me stesso – è arrivato a dichiarare Bazzucchi – ma nella seconda prova mi sono riabilitato, grazie anche a una strada in condizioni migliori e nonostante le due bandiere gialle che mi sono state sventolate lungo il percorso”. È una battaglia riservata a lui e al cronometro quella di Alessandro Alcidi alla guida della Speed Motor 01: il giovane tuderte è infatti solo nella classe 1660 delle monoposto formula. L’1’52”24 della prima prova è stato ritoccato di 2”80 nella seconda, completata in 1’49”44. “Diciamo che è andata abbastanza bene – ha esordito Alcidi – e che stamani mi sono imbattuto in un asfalto scivoloso, poi ho apportato modifiche al retrotreno e l’1’49”44 è uscito da solo. Speriamo domani, con gli pneumatici nuovi, di tirar giù un altro paio di secondi”. Sorride anche Gianni Urbani in CN: l’1’52”19 e l’1’49”62 fatti registrare dalla sua Osella Pa 21/S lo collocano nella piazza d’onore del gruppo, alle spalle del calabrese Rosario Iaquinta. “Il fondo scivoloso ha un colto un po’ di sorpresa anche me – queste le parole del veterano di casa – ma nel pomeriggio, con qualche regolazione alla vettura, l’impatto con la strada è stato migliore, per cui mi ritengo soddisfatto. Certamente, Iaquinta è l’avversario da battere e non sarà facile sopravanzarlo, ma io sono un tipo abituato a vendere cara la pelle”. Adesso, il verdetto è in mano alle due gare della domenica; la prima avrà inizio alle 9, con la seconda a seguire.

55° Trofeo Luigi Fagioli

Le Gare del Weekend

Prossime Gare in Calendario

Ultime Gare Effettuate

20 Settembre 2020

13 Settembre 2020

13 Settembre 2020


Cerca un Calendario in Archivio


Se vuoi restare aggiornato metti
“Mi piace”
nella pagina Facebook