Piloti

Gara di Trento dal sapore amaro per Luca Gaetani

Un Luca Gaetani un po’ sottotono alla 71° edizione della Trento Bondone. Le gare sono anche questo, bisogna fare i conti anche con una piccola battuta d’arresto; tre mesi di stop, temperature bollenti, lunghe attese, e complice un calo di concentrazione ed ecco che la prestazione risulta compromessa. Settima posizione di gruppo GT per il driver padovano alla sesta tappa del CIVM.
Gaetani Racing 5 Luglio 2022

Un lungo week-end di gare, iniziato lo scorso sabato con una prima nota negativa, il mancato svolgimento della seconda manche di prove che, a causa delle numerose interruzioni della prima sessione di prove, ha visto un continuo slittamento dell’orario prefissato per lo start fino al suo annullamento, in quanto era poi troppo tardi per permetterne l’esecuzione in totale sicurezza.

Le manche di prova sono fondamentali per i piloti, per affinare il feeling con auto e percorso, individuare i punti in cui poter limare i tempi, e soprattutto in un percorso di quasi 18 km in cui l’errore è dietro l’angolo, è davvero importantissima.

Domenica in gara Luca è partito molto agguerrito ed aggressivo al volante della sua Ferrari 488 Challenge, tanto che nei primi 4 dei quasi 11 minuti di gara l’intermedio lo vedeva in seconda posizione, poi a causa di un calo fisico, un calo di concentrazione, gli pneumatici forse un po’ stanchi, non è più riuscito a mantenere saldo il controllo della sua “rossa”, e il miglioramento di ben 15 secondi dalla prova di sabato, non è bastato a permettergli di mantenere le prime posizione del gruppo.

Luca a fine gara commenta cosi’: “Non posso ritenermi soddisfatto di questa gara, so che potevo fare molto di più.” E poi continua: “Ho un grande rammarico perché ero partito davvero molto concentrato, e poi qualcosa è cambiato, non sono più riuscito a guidare bene la mia Ferrari 488 Challenge, e il tempo uscito ne è la dimostrazione.”

Ora non resta che ritrovare il feeling con la vettura di Maranello, e lavorare nelle prossime settimane per presentarsi più pronti che mai allo start della prossima gara, la salita “Alpe del Nevegal” prevista per fine mese.

Gaetani ci tiene a precisare: “Non sono ovviamente alla ricerca di scuse, un insieme di piccoli errori mi hanno portato alla fine a questa prestazione, sono sicuro che quando avrò sbollito la delusione saprò analizzare bene i fatti, e sono certo mi potranno dare spunti per migliorarmi per il futuro.”

Appuntamento a fine luglio dunque per il prossimo appuntamento di CIVM.

71ª Trento Bondone