Piloti

Federico Raffetti prova a ingranare la quinta

Subito dopo Ascoli arriva l’appuntamento con la Trento-Bondone in formato europeo
Ufficio Stampa 30 Giugno 2022

Il caldo e l’afa, ma soprattutto l’adrenalina per due weekend consecutivi di gara. Sono notti insonni per Federico Raffetti e tanti altri come lui, che lo scorso weekend hanno disputato la Coppa Paolino Teodori ad Ascoli e questo fine settimana saranno in scena alla Trento-Bondone, sesto round del Campionato Italiano Velocità Montagna che incrocia le ruote con la massima rassegna europea della specialità. Il driver bresciano, al volante di una Mini Cooper 2.0 con il supporto di AC Racing dei fratelli Abate, sta vivendo una seconda giovinezza agonistica nella categoria Racing Start, in testa alla classifica assoluta di Gruppo davanti a Cicalese (Honda Civic) e Vassallo (Renault Clio), e alla classifica di RSD davanti ad Annamaria Fumo.

“Sono molto soddisfatto di quanto fatto sinora – spiega Federico – perché, dopo il ritiro in avvio di stagione alla Coppa Selva di Fasano per noie tecniche, sono riuscito a vincere al Trofeo Scarfiotti per poi replicare alla Luzzi Sambucina, Trofeo Vallecamonica e domenica nel capoluogo delle Marche, una Coppa Paolino Teodori caratterizzata da un percorso molto difficile, velocissimo, che ha richiesto l’introduzione di una chicane di rallentamento. Ora la Trento-Bondone – cronoscalata di 17,3 km, dislivello 1350 metri, pendenza media 8,8 per cento – è un sogno da realizzare, dando il meglio e sperando in un pizzico di buona sorte”.

71ª Trento Bondone