55ª Coppa della Consuma

Di Stefano Peroni il miglior crono in prova alla 55ª Coppa della Consuma

Scatta alle 9.30 di domani, domenica 25 luglio la gara organizzata dalla Reggello Motorsport 7° appuntamento con il Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche. Oggi le ricognizioni hanno offerto delle anteprime di sfide e indicato alto agonismo nei 5 Raggruppamenti. I Peroni, padroni di casa, hanno prenotato il ruolo di protagonisti, ma pronti all’affondo anche Caliceti, Lottini, Aralla, Massaglia e Nocentini
AciSport 24 Luglio 2021

Pelago (FI) – Scatta alle 9.30 di domani, domenica 25 luglio, la 55ª Coppa della Consuma, la gara organizzata dalla Reggello Motorsport che ha riportato i motori da corsa alle porte di Firenze ed è 7° round del Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche.

Si sono svolte oggi le due manche ricognizioni dei 12,3 km di tracciato ricavato sul tratto di Strada Regionale 70, che va dalla località “Le Palaie” fino a Pelago. Un percorso tornato alla sua originaria versione lunga per l’edizione 2021, con tutto il fascino di apprezzate caratteristiche care agli scalatori. La gara sarà in salita unica.

Miglior crono di prova nella prima manche in 5’35”48, per il padron di casa Stefano Peroni il pilota e preparatore, alfiere della Bologna Squadra Corse, che ha testato il ripristino della trasmissione della Martini MK32 BMW, la monoposto di 5° Raggruppamento con cui comanda la categoria tricolore, nonostante lo stop alla Cesana – Sestriere. Ottimo riscontro, il secondo nella prima salita, per Giuliano Peroni senior, il tenace papà di Stefano, che vuole riprendersi il comando del 3° Raggruppamento nella gara di casa dove è impegnato con l’energica Osella PA 8/9 BMW. Il duello per il 3° Raggruppamento sarà come di consueto a distanza con il reggiano Giuseppe Gallusi, che sulla Porsche 911 è attuale leader.

Ha esordito sul tracciato fiorentino Filippo Caliceti, l’imbattuto leader del 4° Raggruppamento che al volante dell’Osella PA 9/90 BMW cerca di entrare rapidamente nella migliore intesa col percorso, soprattutto con l’obiettivo di respingere i sicuri attacchi del pisano Piero Lottini che ha preso ora definitivo feeling con l’Osella PA 9/90 BMW curata dal Team Bonucci. Ma anche il piemontese Mario Massaglia, pungente e minaccioso sulla Osella PA 9/90 BBMW della Di Fulvio Racing. Roberto Turriziani ha mostrato le proprie intenzioni per la classe 2000 della sportscar di 4° Raggruppamento, mentre per la categoria dei motori Alfa Romeo derivati dalla serie delle Sport Nazionali, i senese Matteo Lupi Grassi è stato ottimo interprete del tracciato con la OLMAS.

In evidenza in 5° Raggruppamento Matteo Aralla, il giovane lombardo sull’ammirata Reybard 903-F3, che in gara potrebbe diventare minaccioso per le posizioni da podio, mentre papà Emanuele Aralla ha usato le prove per ottimizzare l’assetto sulla bella Dallara 390 F3.

Gioca in casa ed ha fatto la voce grossa fin dalle ricognizioni Tiberio Nocentini, il pluri campione di 1° Raggruppamento, che è stato impeccabile interprete del tracciato al volante della Chevron B19 Cosworth, con cui potrebbe fare nuovamente il vuoto alle sue spalle, benché il ternano Angelo De Angelis su Nerus Silhouette è pronto a ogni mossa falsa della concorrenza ed ha prenotato il pieno di punti della classe 2000 delle biposto.

Per il 2° Raggruppamento anche in prova il modenese Idelbrando Motti ha mostrato un particolare stato di forma e di concreta intesa con la Porsche Carrera RS ed il duello, fondato sulla pre tattica, è annunciato con il concittadino Giuliano Palmieri su auto gemella, con Vincenzo Rossi a fare da ago delle bilancia, anche lui su Porsche, ma attenzione al rientrante palermitano Natale Mannino, che in prova ha solo testato il giusto feeling con la Porche 911 RSR del Team Guagliardo, con cui potrebbe sferrare l’attacco in gara.