47ª Alpe del Nevegal

Degasperi il più veloce in prova alla 47ª Alpe del Nevegal

Al Commissario sportivo nazionale Paolo Scarton il premio “Giovanni Festuccia 2021”
Roberto Bona 7 Agosto 2021

La 47ª Alpe del Nevegal, cronoscalata automobilistica valida per il Trofeo italiano velocità montagna e per il Campionato austriaco della specialità, è stata caratterizzata fin dalla sessione di prove mattutina da sfide molto interessanti e dal grande spettacolo offerto dai 217 piloti ammessi. Le condizioni meteorologiche, pur incerte per tutta la giornata, hanno risparmiato i concorrenti che, anche nel secondo turno pomeridiano, hanno potuto salire in condizioni di asciutto. Fra le auto storiche l’autore del miglior tempo assoluto e candidato a conquistare il “14° memorial Mario Facca” è stato Walter Marelli, su Osella Pa9/90, con il tempo di 3.07.07. Alle sue spalle, l’ipotetico podio assoluto, è stato completato da Giuseppe Gallusi, su Porsche 911 SC, a 3.62 e dalla bella March Formula 2 di Adolfo Bottura, staccato di 5.93. Il primo turno di prove delle auto moderne è stato caratterizzato da alcune interruzioni dovute a rotture meccaniche e ad una toccata che ha visto protagonista l’austriaco Christian Bodner, su Bmw 320, prontamente soccorso dai sanitari di servizio alla corsa per un colpo di frusta. Il miglior tempo fra le auto moderne lo ha stabilito il grande favorito Diego Degasperi, su Osella FA 30 Zytek, in 2.32.31, alle sue spalle Stefano Di Fulvio, su Osella PA30/E2 Zytek, a 2.75 e Federico Liber, Gloria CP 8 Evo, a 9.68 con l’austriaco Karl Schagerl, su Volkswagen Golf R -TFSI, quarto e il tedesco Alexander Hin, su Osella PA30, quinto. Anche nel secondo turno di salite non sono mancati gli inconvenienti, come l’incendio del Volkswagen Maggiolino dell’austriaco Herbert Perwein, prontamente domato dagli uomini del servizio antincendio Sita.

Fra la prima e la seconda salita di prova, è tornata a rombare all’Alpe del Nevegal la ReBo 05 Bmw del pilota romagnolo Mario Forlani. La vettura, progettata dal genio cadorino Renato Bombassei e sapientemente curata dallo stesso Forlani con l’abile Davide Melandri, aveva debuttato proprio in Nevegal nel 1996. La ReBo è stata ospitata da Tre Cime Promotor asd per celebrare i cinquant’anni di attività del marchio ReBo. In serata, alla Nogherazza, quartier generale della corsa, a Renato Bombassei e Mario Forlani sono state consegnate due targhe ricordo. Nel corso della cena ufficiale della manifestazione, alla presenza delle autorità, è stato consegnato il premio “Giovanni Festuccia 2021”. Un’idea di Tre Cime Promotor asd per onorare come si conviene quel grande uomo di sport che fu l’Ufficiale di gara laziale, molto apprezzato e stimato per competenza e garbo non solo a Belluno, ma in tutto l’ambito del motorsport. Il premio è stato consegnato ad un altro eccellente ufficiale di gara, il settantenne feltrino Paolo Scarton. Commissario sportivo nazionale dal 2005, Scarton iniziò a metà degli anni ’70 con sporadiche esperienze di pilota e navigatore, per poi impegnarsi come Commissario di percorso, Capo prova, Commissario sportivo regionale, in oltre 43 anni di attività.

Oggi la manifestazione riprenderà alle 9.00 con Gara 1 che sarà seguita da Gara 2. Sul sito internet www.bandw.tv e sulla pagina facebook della gara verrà mandata in onda la diretta integrale di tutta la corsa.