Scuderie

CST rilancia la sfida CIVM a Popoli

Il sodalizio messinese dopo l'ottima prestazione di Luca Caruso su Osella a Gubbio, dove anche Rotolo ha registrato buoni progressi, si presenta in Abruzzo da leader di classe E2SC 2000 per il 3° round di Campionato Italiano Velocità Montagna dal 28 al 30 agosto

Ufficio Stampa 27 Agosto 2020

Si sono appena spenti i riflettori sulla 55° edizione del Trofeo Fagioli e già il prossimo impegno agonistico per la CST Sport è imminente: la scuderia messinese sarà presente alla 58° Svolte di Popoli con il catanese Luca Caruso al volante della Osella PA 2000 Honda con la quale ha brillato nei primi due round Tricolori e con il palermitano di Termini Imerese Antonino Rotolo pronto a capitalizzare gli ulteriori accorgimenti sulla sua PA 21 motorizzata 1400 Suzuki, dopo l’esordio umbro.

Per Caruso che al Nevegal era rientrato nel CIVM con una gara di sostanza, a Gubbio è arrivata subito una convincente conferma con piazzamenti analoghi nella Top Ten e il successo di classe E2SC 2000. Il driver in forza alla CST sport si è detto soddisfatto del percorso fin qui seguito tanto per i risultati quanto per lo sviluppo della vettura in questa difficile stagione dove gli impegni si susseguono con la massima rapidità. Adesso, sulla scorta dei dati acquisiti e con piccoli ritocchi si presenta in Abruzzo con la consapevolezza di potere concorrere con i migliori.

Antonino Rotolo (CST Sport, Osella pa 21)

Seconda “chance” per il tenace Antonino Rotolo che, al debutto assoluto alla gara perugina malgrado una serie di inconvenienti in prova e in gara, si è adeguato immediatamente al tracciato. Sicuramente grazie all’esperienza accumulata, se pur breve, e alle piccole modifiche eseguite sulla vettura potrà mirare ad una prestazione che rappresenti un deciso miglioramento.

La 58ª Svolte dei Popoli che oltre per il CIVM sarà valida per il TIVM Nord e Sud entra nel vivo con la conferenza stampa in programma oggi alle ore 10.30 presso la sala consiliare di Pescara. Domami 28 agosto ci saranno le verifiche, sabato i due turni di ricognizione e domenica le due salite di gara sulla distanza di 7.530mt