Rally

Chiuse le iscrizioni al 3° Lessinia Rally Historic e all’11 LessiniaSport

Elenco iscritti in lavorazione, superato il record dell'evento con quasi 200 partenti. Grande affetto per la Regolarità Sport, nel rally tutti contro "Raffa".
Matteo Bellamoli 18 Giugno 2021

Chiuse nella notte le iscrizioni al 3° Lessinia Rally Historic (Rally Storico – TRZ) e all’11° LessiniaSport (Regolarità Sport – Trofeo Tre Regioni), le manifestazioni organizzate dal Rally Club Valpantena che si svolgeranno a Bosco Chiesanuova e dintorni il 25 e 26 giugno prossimi.

Grande soddisfazione da parte del Comitato Organizzatore che con orgoglio può annunciare che è stato superato il record segnato dalla manifestazione in passato, dato che il numero complessivo di equipaggi si avvicina alle duecento unità. Gli elenchi iscritti sono ora in lavorazione e saranno pubblicati e diffusi nei primi giorni della prossima settimana, ma già si preannuncia un weekend dall’alto tasso adrenalinico e sportivo per un evento che anno dopo anno si arrichisce di novità e non manca di solleticare la curiosità di concorrenti ed appassionati.

Nel rally storico 3° Lessinia Rally Historic, pare che anche quest’anno la sfida sarà nuovamente contro “Raffa” e Paolo Scardoni che hanno già vinto le prime due edizioni, ma va detto che il pilota di casa si presenterà al via con la Ford Escort RS di 3° Raggruppamento e questo potrebbe rendere più difficile la sua scalata al tris. Tra i nomi che si palesano nella lunga lista figurano anche quelli di Agostino Iccolti e Chiara Corso (Ford Sierra Cosworth), Gianpaolo Basso e Sergio Marchi (Porsche 911 RS), Giorgio e Giovanni Costenaro, il primo con una Lancia Rally 037 con Lucia Zambiasi alle note ed il secondo con la Ford Sierra Cosworth insieme a Matteo Gambasin. Tra i locali non mancheranno Nicola Patuzzo ed Alberto Martini (Toyota Celica GT Four) o le BMW M3 di Mirko Tacchella-Federico Righetti, e di Dennis Tezza-Massimo Merzari,

Nella regolarità sport, che ha registrato un altissimo numero di partenti, permane il grande affetto degli equipaggi locali pronti a tornare a sfidarsi a suon di centesimi di secondo sulle strade di casa. Relativamente al livello agonistico della sfida con i pressostati, basti sapere in questa fase che tutti i “magnifici tre” che lo scorso anno si giocarono per un battito di ciglia le prime tre posizioni saranno al via. Da Andrea Giacoppo a Mauro Argenti fino a Leonardo Fabbri.

Medesimo percorso per le due manifestazioni che partiranno una in coda all’altra: tre prove speciali da ripetere per tre volte. Partenza e arrivo a Bosco Chiesanuova, due riordini alla Cantina Valpantena di Quinto, ancora una volta collaboratore essenziale, e azione sulla “Valsquaranto” di 14.46 chilometri, “Arzerè” di 4.60 chilometri e l’immancabile “Bosco Chiesanuova” lungo la Lughezzano-Bosco, di 7.22 chilometri. Lungo le prove speciali le strade chiuderanno poco più di un’ora prima del passaggio del primo concorrente, ma sarà garantita l’apertura tra un giro e l’altro.

Una delle importanti novità di questa edizione estiva, rinviata dallo scorso febbraio, sarà il Parco Assistenza che quest’anno è previsto per regolamento anche al Lessinia. Grazie alla grande collaborazione della Provincia di Verona e del Comune di Grezzana, incluso il Corpo di Polizia Municipale, verrà chiusa la SPS6 dei Lessini dallo svincolo di Grezzana Nord (Zona Industriale) a Stallavena proprio per l’allestimento del Parco. Il traffico veicolare non subirà grandi rallentamenti dato che la viabilità sarà garantita sulla rete viaria comunale interna e questa importante operazione consentirà di poter usufruire di uno spazio adeguato ad accogliere un così alto numero di partecipanti. L’accesso al Parco sarà solamente per gli addetti ai lavori, e anche sulle prove speciali non saranno allestite zone per il pubblico dato che la gara si svolgerà a porte chiuse.

“Un grande grazie ai piloti, ai team, agli appassionati – ha commentato il Comitato Organizzatore – che hanno voluto esserci anche quest’anno. Grazie anche alle amministrazioni comunali coinvolte, alla Provincia, alle Forze dell’Ordine, allo staff della Direzione Gara condotta da Stefano Torcellan e a tutti i nostri collaboratori che saranno chiamati ad un impegno importante per garantire, con questi numeri, il corretto svolgimento della corsa”.