Altro

41 iscritti al round inaugurale di Ice Challenge 2022

Si alza il sipario sulla stagione 2022 di Ice Challenge – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio. L’attesissimo circus innevato tricolore prende il via con 41 iscritti e tanti nomi di grande interesse in quella che si preannuncia una sfida tutta da seguire sulle nevi della Valtellina.
Ufficio Stampa 15 Gennaio 2022

Ivan Carmellino (Fiat Grande Punto Proto/New Driver’s Team) guida la carica tra le auto a quattro ruote motrici. Il campione in carica inizia l’ennesima stagione ghiacciata per difendere il titolo di campione ottenuto lo scorso anno con una prestazione maiuscola.
“Abbiamo fatto un piccolo test prima di questo round d’apertura – ha commentato – e siamo davvero molto carichi. Quest’anno abbiamo anche apportato qualche aggiornamento alla livrea che accomunerà la mia vettura e quella di mio padre”.

Silvano Carmellino (Mitsubishi Lancer Evo VI/New Driver’s Team) torna infatti con un programma completo dopo l’ottima apparizione di Pragelato in chiusura della passata stagione, mentre Rudi Bicciato (Lancia Delta/Scuderia Mendola) è intenzionato a riprovarci dopo essere riuscito, nella stagione 2021, a battagliare fin quasi all’ultima gara.

Sarà sicuramente protagonista indiscussa anche Rachele Somaschini (RS Team), con la Kia Rio RX di Gigi Galli, che farà da tutor alla campionessa di Cusano Milanino, mentre è davvero apprezzatissimo il ritorno di Tamara Molinaro, in gara per la prima volta nella classe SSV-buggy con uno Yamaha 1000R. In classe con la driver comasca anche Vittorio Gonella (Polaris RZR Turbo) e Kreshnik Gjezi (Yamaha YZX 1000), con la conferma anche della bellissima Equivoque Jeep di Emanuele Lagrotteria, una delle vetture più ammirate della scorsa stagione.

Non mancherà Aldo Pistono, che a Livigno condividerà l’Opel Astra ex Snobeck con Andrea Caspani, mentre Massimiliano ed Adriano Zanatta tentano il colpaccio lasciando a casa la Mitsubishi Lancer e salendo questa volta su una Skoda Fabia R5 (New Driver’s Team). Ci riprova Sergio Durante con la cattivissima Giannini 360 GP4 (D4S Motorsport), alla quale farà eco la Fiat 500 Proto di Luca Maspoli iscritto anche con una Skoda Fabia R5. Attesa per Ilario Bondioni (Skoda Fabia R5/Rally Club Grigis Selvino) all’esordio, oltre che al ritorno di Giovanni Saracco (Lancia Delta Proto). Erik Lindeblad e Yannik Bohe saranno ancora della partita con la loro Subaru Impreza Prodrive mentre metterà le ruote sul ghiaccio livignasco anche la Lancia Delta Proto di Fredi Silvestri (Nico Racing).

Cordata tutta livignasca quella della famiglia Bormolini che da sempre ha bene impressionato sulla pista di casa. Oliviero torna al volante della leggendaria Lancia Delta S4 come non accadeva da due stagioni e promette fuoco e fiamme per riconquistare la vittoria, mentre Michele e Loris condivideranno una Skoda Fabia R5. Immancabile presenza anche quella del funambolico Mattia Cola che condividerà la Mitsubishi Lancer Proto con Mauro Bormolini (Cola Racing).

Confermata la presenza della stupenda Audi Coupe Quattro di Marco Togni che dopo il ritorno dello scorso anno ha affinato la tecnica al volante della quattro per quattro tedesca e si prepara ad una stagione d’attacco. Il suo compagno della scorsa stagione, Igor Memeo (Nico Racing), farà invece coppia con Marco Gianesini su una Skoda Fabia R5. Non potrebbe partire la stagione senza la presenza di Piergiacomo Riva e la sua intramontabile Fiat Panda 4X4 (Meteco Corse) pronta a regalare spettacolo in Classe 5.

Tra i nuovi entranti rispetto all’edizione di dodici mesi fa si segnalano Vincenzo Bevilacqua (Mitsubishi Lancer Evo IX/New Driver’s Team), Riccardo Castiglia (Toyota Yaris GR/Meteco Corse), James Bardini e Stefano Rizziolo (Subaru Impreza STI/Hawk Racing Club) mentre Giuseppe Sala (Alfa Lancia Delta 16V) proverà a riscattarsi dopo una sfortunatissima apparizione lo scorso anno conclusa praticamente prima di iniziare per noie tecniche.

In due ruote motrici la sfida sarà tutta tra Jean-Claude Vallino ed Edoardo Nolasco, il primo su Opel Astra (Meteco Corse), il secondo su Fiat Panda Kit.

Sono attese sfide sul filo dei centesimi in Classe 11, quella riservata ai kart-cross. Il campione italiano in carica Christian Tiramani (Kartcross K3 600/Griusrallysport) ha nel mirino la riconferma del titolo, ma è già scritta che Simone Firenze (Kartcross Semog Bravo) le proverà tutte per tornare a conquistare lo scettro sfuggito lo scorso anno.

Immancabile presenza anche quella di Raffaele Silvestri (Planet Kartcross K3/Nico Racing) che proprio qui a Livigno vinse il round inaugurale 2021. Ritorno in scena anche per Robert Gaerber Buonomo e Roberta Gamper (Kamikaz 3 K3), mentre sarà davvero una bella sorpresa avere in pista Paolo Lunardi, patron di Planet Kart Cross Italia, in gara con un Kartcross K3 600 come quello affidato nel 2021 ad Andrea Crugnola.