27ª Salita del Costo

Una Gloria per il Parisi di Cogollo

di Carlo Ragogna - 25 Marzo 2018
“Ringrazio il Rally Club, è un’emozione speciale fare la gara di casa”
Una Gloria per il Parisi di Cogollo

Vicenza – Come un panda nel suo ecosistema, Andrea Parisi da Cogollo del Cengio. Anzi, lui abita a Caltrano, 2 km dalla partenza della Salita del Costo. Vietato quindi privarlo del suo “bambù”, la corsa sul vialetto di casa. Anche se l’unico ramo è lungo 9910 metri e sfocia nell’Altopiano di Asiago. Aveva 19 anni e pochi mesi nel 2003 quando l’assaggiò per la prima volta, neopatentato, con una Peugeot 106 Gruppo N. “Vettura propedeutica” dice lui; giusta per lo svezzamento, diciamo noi. Nei due anni successici ancora Peugeot 1300, però Gruppo A, divertimento e piazzamenti. Poi il Costo si fermò e lui, come noi, ha dovuto attendere fino al 2016 per la ripartenza.

Ma siamo all’altro ieri, dodici mesi fa. “Ricevo una chiamata – ricorda Andrea – da Renzo De Tomasi che mi propone di entrare a far parte del Rally Club Isola Vicentina e mi dà una mano per salire su una Formula Gloria 1000 cc del team Lts di Piacenza. Vettura monoposto a ruote scoperte, cambia la prospettiva, si sale a punte di 200 all’ora stando a 5 centimetri da terra. L’effetto suolo è straniante, più tieni giù il piede e più il carico aerodinamico ti attacca all’asfalto. Non facile da portare per uno come me che ha poca esperienza, nessuna scuola di guida sportiva alle spalle, tanta passione, molto istinto e un briciolo di talento personale”.
Risultato: primo di Classe E2SS 1000, ventunesimo assoluto in 5’01’’62. Niente male davvero fatte le debite proporzioni con big e controbig davanti. Tra due settimane Parisi ci riprova.
“Non vedo l’ora, è un’emozione speciale fare la gara di casa. La Salita del Costo ha una valenza particolare non solo come apertura del Tivm Nord, ma perché è collocata giusto una settimana prima del via dell’European Hill Climb Championship. Rappresenta quindi l’occasione di un test importante per tanti piloti di livello assoluto e non è certo un caso che Simone Faggioli e Cristian Merli siano venuti l’anno scorso a provare le rispettive “belve”. Io stavolta con una Gloria 1400 cercherò di migliorare il mio record personale. Certo mi manca l’abitudine a stare in macchina, ma devo riuscire a sfruttare la conoscenza del tracciato, un elemento sicuramente a mio favore”.

Le gare del Weekend
Cerca un Calendario in Archivio
Ultime Notizie

Aperte le iscrizioni per la 42ª edizione della Cividale Castelmonte

Aperte le iscrizioni per la 42ª edizione della Cividale Castelmonte

Il territorio risponde con slancio al richiamo della XXXVII Pedavena-Croce d’Aune 37ª Pedavena – Croce D’Aune

Il territorio risponde con slancio al richiamo della XXXVII Pedavena-Croce d’Aune

Giovedì 19 la presentazione della 65ª Coppa Nissena 65ª Coppa Nissena

Giovedì 19 la presentazione della 65ª Coppa Nissena

Lavieri su Ralt in vetta alla 4ª Salita Storica Monte Erice 4ª Salita Storica Monte Erice

Lavieri su Ralt in vetta alla 4ª Salita Storica Monte Erice