Cronoscalate e gare in salita, classifiche, foto, camera car, video, piloti, civm, tivm, cem, fia cup, cim, autostoriche

Cronoscalate CIVM
Cronoscalate TIVM Nord
Cronoscalate TIVM Sud
Coppa FIA (IHCC)
Cim Storiche
CEM Storiche (HHCC)
Storiche non titolate
Salite non titolate
Piloti cronoscalate
Prototipi auto da corsa
Video e camera car
Foto Cronoscalate
Newsletter
Motore di ricerca Cronoscalate
Nome Gara

Regione


Ricerca avanzata
Prossime cronoscalate
27-07-2014
2014° Termini Caccamo - PA
27-07-2014
2014° ADAC Glasbachrennen (DEU) - EE
03-08-2014
16° Cronoscalata del Reventino - CZ
03-08-2014
40° Alpe del Nevegal - BL
04-08-2014
2014° Osnabrücker Bergrennen (DEU) - EE
10-08-2014
2014° GHD Lucine - EE
10-08-2014
52° Cronoscalata Svolte di Popoli - PE

29ª Predappio Rocca delle Caminate - Predappio - 28-05-2006
Validità:

29° Predappio Rocca delle Caminate -
Predappio - (FO) - (Emilia-romagna) -

Organizzatore: Scuderia Rubicone

Una giornata tipicamente estiva, tanto pubblico e tanto spettacolo sulla strada, hanno salutato l’edizione numero 29 della classica salita romagnola. Miglior tempo assoluto del veloce Mauro Billi con la Lancia Delta S4.
E’ stata una festa, soprattutto, la 29^ edizione della “Predappio-Roccadelle Caminate”, gara di velocità in montagna, valida per il Trofeo della Montagna. Domenica scorsa la Scuderia Rubicone Corse ha visti premiati i propri sforzi organizzativi con una gara di alto livello, con partecipazioni qualificate e notevoli spunti tecnico-sportivi, confortati tra l’atro da una bellissima giornata di sole.
Davanti al pubblico delle grandi occasioni, tante belle vetture al via, tutte messe in riga dalla potente Lancia Delta S4 (categoria “Scaduta omologazione”) dell’acclamatissimo Mauro Billi, che ha fermato i cronometri su un totale di 5’18”09 come somma delle due salite effettuate.

Hanno fatto pi bella mostra di sé le varie vetture prototipo, come la Ferrais motorizzata Alfa di Tiziano Ferrais, autore della seconda miglior prestazione assoluta (e vincitore tra le “moderne), con un totale di 5’24”45. Di alto profilo anche la prestazione di Stanislao Bielanski (Lucchini SP 98) con 5’25”26 ed anche quella di Arturo Alessandrini e della sua Osella-Alfa (con 5’27”03).

Gli appassionati assiepati sul percorso hanno potuto ammirare le evoluzioni di Giorgio Leonardi e della sua Audi A4, quelle di Paolo Romano e della sua Ford Focus WRC ed anche quelle di uno dei portacolori della Rubicone Corse, Antonio Forato, con la bellissima Ferrari F430, con la quale partecipa al Challenge indetto dalla Casa di Maranello. Ed anche la Porsche GT3 di Fabio Faustinelli e la Renault Clio V6 di Franco Daminato sono state tra le più “gettonate” dagli appassionati.

In gruppo N si è potuto assistere ad una spettacolare bagarre dalla quale è uscito vincitore per pochi decimi Massimo Maraldi con un Mitsubishi Lancer EVO VI davanti a Simone Campedelli (con una EVO VII), rallentato da un testacoda nella prima manche e prestazioni di grande effetto si sono avute da Alessandro Broccoli, con una Renault Clio RS, terzo di gruppo N ed anche da “Freddy”, con una potente Citroen Saxo VTS.

Per quanto riguarda la nutrita partecipazione dei piloti Rubicone Corse, la miglior prestazione assoluta l’ha ottenuta Salvatore Asta: con la sua Osella PA 20S motorizzata BMW ha fermato i cronometri su un totale 5’38”90, vale a dire il settimo tempo assoluto tra le vetture moderne.

TECNO JUNIOR TEAM VINCE CON FABIO GIANFICO
Fabio Gianfico si è aggiudicato di forza il gruppo N alla seconda prova del Trofeo Nazionale Asfalto al Rally della Lanterna. Decisamente migliorato il feeling con la Lancer EVO IX

La seconda prova del Trofeo Nazionale Asfalto, ha finalmente fatto ritrovare il sorriso a Fabio Gianfico. Il forte pilota di Napoli, Campione in carica del gruppo N nel Trofeo Asfalto, sabato scorso ha conquistato una significativa vittoria di categoria al 22° Rally della Lanterna di Genova.

Gianfico, in coppia con il fido Liberato Mongillo, ancora con la Mitsubishi Lancer EVO IX di TECNO JUNIOR TEAM, per i colori della Scuderia Rubicone Corse, ha finalmente rotto il ghiaccio, dopo un inizio stagionale alquanto travagliato perché non riusciva a “vestirsi” come voleva la sua vettura.

Gianfico, già dalla prima uscita stagionale di marzo scorso al Rally Prealpi Terra si è impegnato a fondo per cercare di capire una macchina molto professionale quale è la nona evoluzione della Lancer ed i risultati di un lavoro svolto in concerto con l’equipe tecnica della squadra si è visto nel migliore dei modi in una gara, come quella ligure, molto tecnica e non certo facile da interpretare.

“Siamo felici perché francamente non ci tornava molto che Fabio dovesse soffrire così eccessivamente il passaggio alla nuova vettura commenta il general manager Massimiliano Bertocci. “mai nutrito il minimo dubbio che il pilota sia molto forte ed altrettanto professionale, ci mancava solo la conferma che potesse proseguire la sua parabola ascendente anche con la Lancer EVO IX. Tutti ci siamo impegnati a fondo per arrivare a questo giorno di vittoria e ce l’abbiamo fatta. Abbiamo davvero visto che il lavoro di squadra paga davvero ed adesso possiamo guardare avanti con maggiore serenità”.

Fabio Gianfico ha sempre tenuto la testa del gruppo N, neppure una foratura nelle prime battute di gara ne ha piegato la volontà di vincere, così come è sempre riuscito a tenere alla frusta gli avversari più ostici, conquistando così un risultato dal sapore davvero forte.

SCUDERIA RUBICONE CORSE
Ufficio Stampa

timepress@virgilio.it

Comunicati Acisport Csai
Comunicati Ufficiali gara
Notizie, articoli e interviste sulla gara
- A Predappio tutto pronto

 
            Condividi su Facebook