Scuderie

Prove ufficiali del 54° Trofeo Luigi Fagioli per le vetture sport della Speed Motor

di Claudio Roselli - 24 Agosto 2019
OTTIME PERFORMANCE DI SERGIO FARRIS E ANGELO MARINO, CANDIDATI A UN POSTO NELLA “TOP TEN”. DAMIANO MANNI PREVALE PER ORA SU LUCA BAZZUCCHI NELLA CLASSE 2000 DELLA E2-SS E ALESSANDRO ALCIDI RIPARTE AL MEGLIO CON LA SPEED MOTOR 01. NEL GRUPPO CN, INTERESSANTE SFIDA TUTTA EUGUBINA PER IL VETERANO GIANNI URBANI CON GIOVANNI RAMPINI
Prove ufficiali del 54° Trofeo Luigi Fagioli per le vetture sport della Speed Motor

GUBBIOSergio Farris e Angelo Marino sono i candidati della Speed Motor a entrare nella “top ten” del 54esimo trofeo “Luigi Fagioli”, nona tappa del campionato italiano di velocità in montagna 2019 e prova valevole anche per il trofeo nazionale di specialità. Le prove ufficiali sui 4150 metri della Gubbio-Madonna della Cima, che si sono concluse appena in tempo per evitare l’arrivo della pioggia, hanno visto alternarsi i due portacolori del team eugubino alle spalle del quartetto di favoriti Merli-Faggioli-Zardo-Magliona. Se al termine della prima sessione al quinto posto assoluto c’era Angelo Marino su Lola B99/50 in 1’43”91 (secondo in E2-SS), dopo la seconda questo piazzamento è andato ad appannaggio di Sergio Farris su Osella Pa 2000, che dall’1’44”28 del mattino è sceso fino all’1’40”59 del pomeriggio.

Angelo Marino

“Diciamo che sono soddisfatto – ha commentato il pilota sardo – anche se ho commesso due-tre errori che non ci volevano. Vorrà dire allora che li correggerò in gara. L’auto è al 90%, nel senso che vi sono pochissimi aggiustamenti da apportare: comunque sia, abbiamo trovato il giusto setup. Si può scendere benissimo sotto l’1’40”: è chiaro che non potevo prendermi rischi il sabato”. Anche Marino ha migliorato la prestazione (1’42”03), ma fra i due compagni della scuderia eugubina si è inserito l’austriaco Christoph Lampert su Osella Fa 30. “E’ già stato positivo evitare l’arrivo del temporale – ha detto Marino a mo’ di battuta ma non troppo – e alla fine è andata abbastanza bene. Dobbiamo soltanto individuare il motivo per il quale le gomme rimangono con le temperature basse, ma per il resto la vettura è ok. Semmai, debbo eliminare qualche piccolo errore nel quale sono incappato durante le prove”.

Alessandro Alcidi

Nella classe 2000 della E2-SS, la sfida interna fra i piloti Speed Motor dà per il momento ragione a Damiano Manni su Mygale M09 nei confronti del pilota di casa Luca Bazzucchi su Formula Renault: 1’56”27 e 1’53”77 i responsi del tuderte, 1’57”33 e 1’59”77 quelli dell’eugubino. Meglio di entrambi, nella classe 1600 sempre della E2-SS, ha fatto l’altro “driver” di Todi, Alessandro Alcidi, sulla Speed Motor 01 (prima volta a Gubbio per la monoposto della scuderia, progettata e costruita in Umbria), che ha realizzato 1’52”93 e poi 1’51”62, piazzandosi alle spalle della Gloria C 8P Evo di Federico Liber. “Con un motore completamente stradale – ha ricordato Alcidi – la vettura ha risposto bene: c’è soltanto bisogno di riprendere un po’ la mano”.

Gianni Urbani

È infine derby tutto eugubino nel gruppo CN: il veterano Gianni Urbani su Osella Pa 21 S si è ritrovato terzo per un solo centesimo dopo la prima sessione in 1’59”03, per poi abbassare di quasi 10” nella seconda, arrivando a 1’49”36 e a soltanto 1”46 dal concittadino Giovanni Rampini. Ma c’è un motivo: “A metà percorso di prova 1 – ha spiegato Urbani senior – ho raggiunto il concorrente che mi ha preceduto nell’ordine di partenza, il quale mi ha in pratica fatto da tappo anche nei tornantini finali. Il duello con Rampini in CN? L’esperienza mia contro soprattutto la giovinezza sua: non sarà facile stargli davanti”. E grande attesa per la competizione di domenica 25 agosto, con il via di gara 1 anticipato alle 9 e nella speranza che il maltempo si sia sfogato il sabato.

Le gare del Weekend
Cerca un Calendario in Archivio
Ultime Notizie

Buzetki Dani stregata per club 91 squadra corse

La Scuderia Vesuvio per la gloria alla Coppa Nissena

Loconte: La Coppa Nissena è velocità pura

AC Racing alla sfida Nissena