26ª Salita del Costo

Faggioli il più veloce nelle prove della 26ª Salita del Costo

di Ufficio Stampa Salita del Costo - 8 Aprile 2017
26ª Salita del Costo   9•Aprile•2017
Il toscano con la Norma primeggia in entrambe le manches migliorando di oltre 5” nel secondo passaggio; alle sue spalle Macario e Merli entrambi su Osella. Basso con la Porsche 911 RSR il più veloce tra le storiche con De Carli e Sala in scia. Domani la gara con la partenza alle ore 11.
Faggioli il più veloce nelle prove della 26ª Salita del Costo

Cogollo del Cengio (VI) – Una limpida giornata primaverile ha fatto da scenario alle prove ufficiali della Salita del Costo che si sono svolte nella mattinata con inizio alle ore 9.30.
Dapprima sono salite le quaranta vetture storiche tra le quali il miglior tempo, e quello di 2° Raggruppamento, è stato realizzato dalla Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Giampaolo Basso che ha impiegato 5’37”94 lasciandosi alle spalle Remo De Carli su Fiat X 1/9 Dallara a 2”31, migliore del 3°, e la Porsche 906 del 1° Raggruppamento di Mario Sala a 5”27. Nel 4° Raggruppamento si mette in evidenza Roberto Amici con la Renault 5 Gt Turbo, quinto assoluto a 17”97 dalla vetta.
A ruota sono iniziate le partenze delle vetture moderne, che hanno però subito una sospensione di oltre mezzora a causa dell’uscita di una delle prime vetture, senza conseguenza alcuna per il pilota. Questa, sommata ad una seconda più breve sopsensione hanno allungato i tempi di svolgimento costringendo la direzione gara a decidere che alla seconda salita di prova sarebbero state ammesse le sole vetture “sport” e “formula”, come da regolamento, in quanto alle 14 sarebbe scaduto il permesso di chiusura della strada. La prima manche vedeva Simone Faggioli staccare il miglior tempo con la Norma M20FC 30 in 4’15”65 staccando il trentino Cristian Merli su Osella FA30 di 1”51 e il giovane bresciano Paride Macario, anch’egli su Osella di 1”99. Il toscano volava nella seconda manche limando oltre 5” realizzando una media di 142,6 chilometri orari frutto del miglior tempo con 4’10”12; migliora anche Macario che stacca il secondo crono con 4’11”61 mentre Merli accusa qualche problema di assetto e ferma il cronometro a 4’14”61. Se per Merli si trattava del ritorno al Costo dopo averci corso nel 2004 con un’Osella, sua prima gara con una “sport”, per i due piloti del Team Faggioli è invece il debutto assoluto sul veloce nastro di asfalto che sale sull’altopiano.
Tra le sport 2 litri il miglior tempo è di De Gasperi con la Lola Honda e Tinaburri tra le 1600 con la Formula Gloria. In GT il più veloce è Roberto Ragazzi con la Ferrari 458 Evo che ha la meglio su Luca Gaetani su analoga vettura di 1”19; la E1 è appannaggio della Subaru Impreza di Mauro Soretti che stacca notevolmente la Delta Proto di Marco Sbrollini. E’ la BMW M3 di Kevin Lechner la più veloce del Gruppo A mentre in N il veterano Lino Vardanega ha la meglio con la Mitsubishi Lancer Evo X. RSPlus è nel segno di Enrico Bettera con l’Alfa Romeo 147 mentre la RS vede primeggiare la Peugeot 306 di Carmelo Fusaro.
Hanno concluso la giornata delle prove ufficiali quaranta vetture storiche e novantatrè moderne; domani, domenica 9 aprile, alle ore 11 verrà dato lo start alla prima vettura per la manche unica di gara.
Agli spettatori si ricorda che la strada chiuderà un’ora prima e che sono previsti tre autobus per il servizio navetta con partenza da Treschè Conca, Cogollo del Cengio e Caltrano.

Le gare del Weekend

Cerca un Calendario in Archivio

Ultime Notizie

A Simone Faggioli le prove della  76ª Course de Côte de Saint Ursanne 76ª Course de Côte de Saint Ursanne

A Simone Faggioli le prove della 76ª Course de Côte de Saint Ursanne

Al 54° Trofeo Luigi Fagioli l’esordio della Golf GTI TCR 54° Trofeo Luigi Fagioli

Al 54° Trofeo Luigi Fagioli l’esordio della Golf GTI TCR

Giornata di verifiche alla  76ª Course de Côte de Saint Ursanne 76ª Course de Côte de Saint Ursanne

Giornata di verifiche alla 76ª Course de Côte de Saint Ursanne

La 2ª Coppa Faro completerà il CIVSA 2019 2ª Coppa Faro

La 2ª Coppa Faro completerà il CIVSA 2019