Novità FIA per il 2014 - Cronoscalate.it

Cronoscalate e gare in salita, classifiche, foto, camera car, video, piloti, civm, tivm, cem, fia cup, cim, autostoriche

Cronoscalate CIVM
Cronoscalate TIVM Nord
Cronoscalate TIVM Sud
Cronoscalate CEM (EHCC)
Coppa FIA (IHCC)
Cim Storiche
CEM Storiche (HHCC)
Storiche non titolate
Salite non titolate
Piloti cronoscalate
Prototipi
Motore di ricerca Cronoscalate
Nome Gara

Regione

da data(gg-m-aaaa)

a data(gg-m-aaaa)

Validità
Prossime cronoscalate
03-08-2014
16° Cronoscalata del Reventino - CZ
03-08-2014
40° Alpe del Nevegal - BL
04-08-2014
2014° Osnabrücker Bergrennen (DEU) - EE
10-08-2014
2014° GHD Lucine - EE
10-08-2014
52° Cronoscalata Svolte di Popoli - PE
17-08-2014
71° Course de Cote St Ursanne (CH) - EE
24-08-2014
49° Trofeo Fagioli - PG
31-08-2014
20° GHD Ilirska Bistrica - EE
31-08-2014
3° Limabetone storica - PT
07-09-2014
44° Trofeo Vallecamonica - BS
stampa l'articolo - Cronoscalate

Novità FIA per il 2014

23-08-2013 - Gli FIA Hill Climb Masters
Fia masters 2014 -
23-08-2013 - Durante la sua ultima seduta, tenutasi a fine giugno, il Consiglio Mondiale dello Sport Automobilistico ha dato il via libera per la creazione di una nuova prestigiosa gara FIA di cronoscalata: gli «FIA Hill Climb Masters».
Specialità a parte nel panorama dello sport automobilistico, la cronoscalata è una delle più anziane, con gare già registrate nei primi anni del ventesimo secolo ed un primo Campionato Europeo organizzato dall’AIACR (che diverrà in seguito la FIA) sin dal 1930.
Praticata in più di 20 paesi europei, ma anche in altri continenti (la più celebre di tutte essendo la Pikes Peak, disputata nel Colorado americano dal 1916), la cronoscalata raggiunge il suo apice con il Campionato Europeo della Montagna della FIA, che conta 13 gare distribuite in 11 paesi.
Al Campionato Europeo vanno aggiunti un Campionato riservato alle vetture storiche (12 gare) e due altre serie, denominate «FIA International Hill Climb Challenge» e «FIA European Hill Climb Cup» (11 gare).
Tra competizioni nazionali ed internazionali, il calendario è denso. Trattandosi per lo più di piloti dilettanti, è difficile fidelizzarli nell’ambito di uno stesso campionato per una stagione intera, soprattutto in considerazione della situazione economica attuale.
E’ quindi emersa l’idea di creare una gara unica, a fine stagione (metà ottobre), a mo’ di vetrina per la disciplina e di celebrazione dei campioni nazionali e dei campioni FIA dell’anno trascorso. Così è nato il concetto di «FIA Hill Climb Masters», secondo uno schema vicino a quello dei Masters esistenti in numerose altre discipline sportive. Come in questi altri sport, l’organizzazione dei Masters sarebbe a rotazione, una rotazione di minimo 3 anni, ed attribuita a paesi e gare in grado di attrarre il più campioni possibile, sapendo che la maggior parte verrebbe da tutta Europa, e di garantire una organizzazione ed una promozione di qualità, valorizzanti per la disciplina.
Campioni a confronto, nazioni a confronto I Masters riuniranno i vincitori dei campionati nazionali riconosciuti dalle ASN, oltre ai vincitori del Campionato, del Challenge e della Coppa della FIA. Per questa gara, ciascun vincitore dovrà guidare la vettura che avrà iscritto per la stagione.
I Masters daranno luogo a due classifiche: una classifica individuale, dove i vincitori verranno premiati con medaglie d’oro, d’argento e di bronzo, ed una Coppa delle Nazioni. Considerando che le vetture iscritte e le loro performance possono essere disparate, i partecipanti provenendo da vari orizzonti, la classifica della Coppa delle Nazioni verrà basata su un indice di
regolarità piuttosto che sulla velocità pura.
Una nazione che non dovesse iscrivere una monoposto o un prototipo potrebbe dunque pretendere alla vittoria, così come una nazione che dovesse presentare tra le sue file piloti in grado di mirare alla vittoria individuale assoluta.
«Tutte le gare del Campionato Europeo della Montagna della FIA sono molto popolari, spiega il Presidente della Commissione Hill Climb della FIA, Paul Gutjahr. Il numero dei partenti ad ogni gara è spesso superiore ai 150 ed a volte si avvicina ai 250. Molte gare nazionali raggiungono regolarmente la soglia dei 150 iscritti. Ma la cronoscalata è una disciplina per piloti amatoriali, i quali, dal lunedì al venerdì, lavorano. La maggior parte di questi appassionati, anche se sono
campioni nel loro paese, non possono di certo girare tutta l’Europa per partecipare a gare all’estero. I Masters essendo una gara unica, li potremo attrarre, tanto più che si tratterà per i piloti selezionati di una forma di consecrazione, oltre all’orgoglio di poter rappresentare la loro nazione. I Masters saranno anche l’occasione per far gareggiare piloti che non si affrontano mai.
Vogliamo farne il punto culminante della stagione delle cronoscalate in uno spirito tanto sportivo quanto di festa.»
Dopo questo primo via libera del Consiglio Mondiale dello Sport Automobilistico al concetto della competizione, la Commissione Hill Climb si adopererà questa estate per elaborare un regolamento sportivo per gli «FIA Hill Climb Masters» (compresi i criteri di qualificazione dei piloti) e le specifiche per gli organizzatori, sulla base delle quali i paesi e gli organizzatori potranno presentare la loro candidatura per le future edizioni di questa nuova e promettente competizione.
- Ufficio Stampa FIA
stampa l'articolo - Invia articolo ad un amico - Cronoscalate
Condividi su Facebook
Condividi su Facebook
Notizie Cronoscalate
Cubeda Corse al Reventino
Reventino, domani le verifiche tecniche e sportive
Tutte le novità del 49° Trofeo Luigi Fagioli
238 iscritti al Nevegal!
Federico Liber sul podio a Glasbachrennen
Faggioli comanda anche in Germania
Reventino, domani chiudono le iscrizioni
A Castiglione e La Franca la Termini – Caccamo 2014
Archivio News