Scuderie

AC Festina lente: in otto alla 61ª Monte Erice

di Ufficio Stampa - 10 Settembre 2019
AC Festina lente: in otto alla 61ª Monte Erice

Monreale – “Non ci piacciono le autocelebrazioni ed i toni trionfalistici e siamo consapevoli di essere, pur sempre, dei dilettanti, anche se tra le nostre fila annoveriamo piloti di esperienza e spessore, umano e sportivo” queste le affermazioni di Rosario Lo Cicero Madè, Presidente della Associazione Culturale Festina lente che si accinge a prendere parte all’ennesima avventura automobilistica, la 61^ Monte Erice per l’appunto che si svolgerà nel fine settimana compreso tra il 13 ed il 15 settembre.
“Un onore per noi prendere parte a questo importante evento valido per il CIVM – dice Rosario Madè – al quale saremo presenti con otto nostri rappresentanti, a cominciare dal trapanese Rocco Aiuto che, con la sua Osella PA20S BMW, è da anni uno dei migliori driver dell’Isola e vanta una invidiabile esperienza; ci sarà poi il giovane Under 25 Francesco Adragna, un alcamese di belle speranze che quando gareggia va sempre forte. Per Francesco – prosegue il Presidente – la Radical SR4 Suzuki delll’Autosport Sorrento; rientra anche, dopo l’incidente occorsogli nel 2018, alla Giarre – Milo, il bravo alcamese Dino Blunda che sarà al via con la rinnovata Speed RM 08 sulla quale ha alloggiato un propulsore BMW da 1000cc con lui anche altri due alcamesi, Ignazio Amato con la Renault Clio Cup, con la quale è saldamente in testa al TIVM e nel Campionato Siciliano del Gruppo Racing Start Plus al quale si affiancheranno, Vincenzo Coraci, per la prima volta in gara in una crono, ma con una certa esperienza negli Slalom, al via ad Erice con la Citroen C1 Cup con motore motociclistico e poi Ignazio Fundarò con la storica Vw Golf GTI. Tra le vetture storiche – conclude Rosario – avremo anche Natale Giordano, palermitano da anni residente a Giacalone, il quale vuole riscattare la giornata negativa vissuta alla recente Monti Iblei, sempre al volante della Fiat X1/9 da lui stesso preparata e poi l’altro nome di grido del nostro gruppo, il palermitano Giovanni Filippone che sarà al via con la Porsche 911 Sc da lui stesso preparata nella storica officina fondata dal suo indimenticabile papà, Giovan Battista, venuto a mancare nel 2017”.
Rosario Lo Cicero Madè chiude con una personale considerazione “ci sono parecchie cose che non mi convincono ed i controlli, benché mi risulta che ci siano Commissari Tecnici pronti a volerli effettuare, sono quasi banditi da questo nostro sport. Pertanto, dopo aver preso parte alla crono del Santuario ed alla Giarre-Milo, mi fermo, non parteciperò più a gare nel 2019 e conto di chiedere lumi al GUG, attraverso una missiva che sto predisponendo”.

Le gare del Weekend
Cerca un Calendario in Archivio
Ultime Notizie

Buzetki Dani stregata per club 91 squadra corse

La Scuderia Vesuvio per la gloria alla Coppa Nissena

Loconte: La Coppa Nissena è velocità pura

AC Racing alla sfida Nissena